Pasta fillo: solo 2 farine e acqua per realizzare un impasto davvero versatile!

La pasta fillo è un impasto leggero e versatile: nasce in Oriente, ma si è ormai diffusa in Europa per la facilità dell’utilizzo e la creatività degli impieghi a cui si presta. Ottima per preparare gustosi antipasti, piatti unici come strudel salati e golosi dolci come millefoglie o cannoli. Il suo nome deriva dal greco phyllo, foglia e ha origini antiche: era già cucinata in Mesopotamia.

La ricetta più nota è senz’altro la baklava, un dolce a base di miele, frutta secca originario della Turchia. Un altro piatto conosciuto è il Mutabbaq o Murtabak, diffusissimo in Grecia, e in medio oriente, una frittella ripiena di formaggio. Essendo estremamente ecclettica sia nella forma sia nell’accostamento di ingredienti, potrete divertirvi sprigionando il vostro estro.  L’unico accorgimento che dovrete riservarle, vista la rapidità di cottura, è quella di cucinare prima il ripieno. La sua preparazione, sebbene un po’ lunga, è estremamente facile. Prendetevi il vostro spazio e… iniziamo!

Pasta fillo

Pasta fillo: ingredienti e preparazione.

Per questo impasto dovrete disporre di:

  • farina di riso, 150 g
  • farina tipo 0, 350 g
  • acqua calda, 150 ml
  • sale fino, 5 g
  • olio di semi, 40 ml.

Setacciate in una ciotola la farina bianca e due cucchiai di farina di riso, con il sale e l’olio di semi. Versate poi l’acqua a filo, calda e non tiepida. Questo è il segreto per renderla davvero elastica. Impastate prima con un cucchiaio, poi con le mani. Se il composto dovesse risultare troppo umido aggiungete un po’ di farina di riso. Lavorate l’impasto finché risulti vellutato, quindi copritelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare mezz’ora: in questo modo eviterete che la pasta si strappi mentre viene stesa.

LEGGI ANCHE:  Le frittelle senza lievitazione: prova la ricetta della nonna!

Trascorso questo tempo, dividete l’impasto in palline di circa 60/70 grammi l’una. Prendetene una e coprite le altre con la pellicola per difenderle dall’aria, nemica numero uno della pasta fillo. Iniziate a stendere il vostro panetto su una spianatoia cosparsa di farina di riso. Ricopritelo con un foglio di carta forno: in questo modo potrete tirarla evitando di strapparla. Stendetelo il più possibile, dovrà essere fine e sottile. Poi adagiatelo su un foglio di carta forno e ripetete le stesse operazioni per le altre palline. Sigillate con carta trasparente e lasciate riposare. Potete servirvi della vostra pasta fillo immediatamente, conservarla sigillata in frigorifero per qualche giorno o addirittura congelarla. Al momento dell’utilizzo, ungete leggermente le vostre dita e sfioratela quasi per non comprometterne la resa.

E ora via libera alla vostra fantasia… Buon divertimento!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...