Pasta ritirata dai supermercati. La marca e i lotti

Pasta ritirata dai supermercati. La marca e i lotti.

Il Ministero della salute ha diffuso una nuova allerta alimentare per uno degli alimenti più amati e comprati nel nostro Paese (e non solo): la pasta. In particolare questo avviso di richiamo riguarda tre tipi di pasta fresca venduti nella catena di supermercati Eurospin.

Pasta ritirata dai supermercati. La marca e i lotti

Si tratta, più precisamente, di tre confezioni a marchio Tre Mulini, ovvero:

fusilli: marchio Tre Mulini in distribuzione da Eurospin Italia spa: il produttore è P.A.C. srl di Via A. Volta, 1 Melfi – Potenza. La data di scadenza o termine di conservazione minimo sulle confezioni è il 13 maggio 2020; il lotto di produzione è numerato 200213; la confezione è da 500 grammi;

orecchiette: anche queste a marchio Tre Mulini e distribuite da Eurospin Italia spa, mentre il produttore è sempre P.A.C. srl di Via A. Volta, 1 Melfi – Potenza. La data di scadenza o termine di conservazione minimo è il 15 maggio 2020; con lotto di produzione 200215, il pacco anche qui è quello da 500 gr.

strozzapreti: a marchio Tre Mulini, in distribuzione da Eurospin Italia spa; produttore P.A.C. srl di Via A. Volta, 1 Melfi – Potenza. La data di scadenza o termine di conservazione minimo è il 13/14 maggio 2020; con lotto di produzione è indicato come 200214, mentre anche qui il pacco è quello da 500 grammi.

Perché l’avviso: potenzialmente pericolosa per le persone allergiche alla soia

Il Ministero della Salute ha messo in rilievo che nelle confezioni appartenenti a quei lotti c’è un quantitativo di soia non adatto alle persone allergiche o intolleranti a questo ingrediente, quantitativo non dichiarato in etichetta come invece prescritto dalla legge.

LEGGI ANCHE:  Ecco cosa puoi usare al posto della farina: un'idea assolutamente da provare

È da sottolineare che la pasta fresca di cui stiamo parlando non ha alcun problema chimico o batteriologico e non è pericolosa per i consumatori che non sono allergici alla soia.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...