patatine fritte come quelle del ristorante

Patatine fritte croccanti come quelle del ristorante: scopri come

Patatine fritte croccanti come quelle del ristorante: scopri come.

Le fritture, si sa, se mangiate troppo spesso non fanno bene alla salute. Questo perché in genere gli alimenti fritti sono molto calorici e anche molto grassi.

Il guaio è che di solito le fritture sono buonissime: fish and chips, patatine fritte, frittura mista di pesce e così via. Al solo pensiero ci viene l’acquolina, c’è poco da fare, seguita subito dopo da un senso di colpa preventivo.

Dato però che di vita ce n’è una sola e non tutti abbiamo istinti monacali, ogni tanto cedere alla tentazione non può fare che bene.

E allora sarà il caso di farla per bene, la frittura: se per la salute delle nostre coronarie deve essere un’esperienza non troppo frequente, che sia almeno memorabile.

La piccolissima guida che ti offriamo qui sotto ha appunto questo scopo: aiutarti a preparare delle patatine fritte come quelle del ristorante, da leccarsi i baffi.

Patatine fritte croccanti come quelle del ristorante: scopri come

Ora, lo sappiamo, le patatine fritte fatte in casa sono completamente diverse da quelle surgelate e già affettate che trovi al banco dei surgelati del supermercato. Spesso il risultato è abbastanza deludente: le patatine vengono fuori oleose e flaccide.

Qui di seguito ti suggeriamo alcuni semplicissimi accorgimenti per evitare che questo accada.

Uno.

Il primo passo è scegliere delle patate di ottima qualità.

Due.

Taglia le patate a fiammifero, ma non troppo sottili, dopodiché le poni in una ciotola che avrai riempito in precedenza con un litro di acqua e un cucchiaio di aceto di vino bianco. Dovrai lasciarle in ammollo per una decina di minuti.

Tre.

A questo punto scoli le patate e le deponi sopra una panno pulito o sopra della carta da cucina; il passo successivo è asciugarle per bene: questo è importante perché più sono asciutte, più le patate risulteranno croccanti; per assicurati che non abbiano più alcuna traccia di acqua, abbi cura di fare questa operazione con un discreto anticipo sulla cottura.

Quattro.

Adesso non ti resta che friggere le patate in un olio nuovo ad alta temperatura, ovvero intorno ai 190 gradi. Che l’olio sia nuovo è importante, perché l’olio usato può fare male alla salute.

Se seguirai questi in fondo semplici consigli, le tue patatine saranno fragranti, dorate e croccanti come quelle del tuo ristorante preferito.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!