Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Peperoncini piccantissimi? Ecco come ottenere degli ottimi risultati!

Pubblicità

Peperoncini piccantissimi? Ecco come ottenere degli ottimi risultati!

Volete coltivare sul vostro terrazzo una pianta di peperoncini? Ecco tutti i segreti che vi aiuteranno ad ottenere degli ottimi peperoncini super piccanti.

Peperoncini piccantissimi

 

Pubblicità

Come rendere più piccanti i vostri peperoncini

Se desiderate ottenere dei peperoncini ancora più piccanti e saporiti, occorre saper dosare quanta acqua dare alla pianta.

La pianta di peperoncino non gradisce un terreno arido o zuppo di acqua, ecco perché viene consigliato di smuovere la terra prima di annaffiarla.  Prima di raccogliere i frutti bisognerà ridurre le dosi di acqua giornaliere, questo importante passaggio favorirà lo sviluppo della sostanza che rende piccanti i peperoncini.

Evitare di dare da bere alla pianta durante le ore più calde della giornata.

Peperoncini piccantissimi

A che temperature esporre la pianta

Un altro consiglio importante se si vuole ottenere dei frutti piccanti è quello di saper controllare a che temperatura bisogna esporre la pianta. Infatti se si vogliono dei peperoncini saporiti, la temperatura ideale deve aggirarsi intorno ai 27-28 gradi. Se la temperatura dovesse scendere o salire troppo, si rischierebbe di ottenere dei frutti meno saporiti.

Pubblicità

Dove posizionare la pianta

Quando si coltivano in casa i peperoncini è fondamentale sapere di quanta luce hanno bisogno durante le varie fasi di crescita.

Se la pianta è ancora un germoglio non bisogna esporla direttamente ai raggi solari, perché necessita solamente di calore e di un po’ di umidità. Quando la pianta è già formata necessiterà invece di più luce. Durante i mesi estivi potete posizionare la vostra pianta di peperoncini, direttamente sul vostro terrazzo o nel vostro orto.

Che tipo di terreno ha bisogno la pianta

Il miglior terreno per una pianta di peperoncini è quello acido. Se preferite, potete formare un composto a base di metà terreno acido, da amalgamare con metà sabbia ed una parte di argilla. Il risultato non cambierà.

Per poter essere sicuri di evitare dei ristagni di acqua, posizionate sulla base del vostro vaso un po’ di argilla espansa.

In che modo fare germogliare i semi di peperoncino

Avete scelto di coltivare la pianta di peperoncino partendo dai semi? Potete provare a farli germogliare inserendoli all’interno di un pezzo di carta assorbente da cucina. Bagnare leggermente la carta con un po’ di acqua o con della camomilla e adagiarla in una scatoletta di plastica.

Rivestire la scatola con un pezzo di pellicola trasparente alimentare che andrà poi punzecchiata con una forchetta o con uno stuzzicadenti. Se la carta dovesse asciugarsi bagnarla con qualche goccia di acqua, senza esagerare.

Rimedi contro gli insetti delle piante

Pubblicità

Per tenere alla larga gli insetti delle piante, potete ricorrere ad alcuni rimedi naturali, tra cui:

  • L’olio di neem, che può essere utilizzato da solo oppure unito con il sapone di Marsiglia
  • Il sapone di Marsiglia liquido o in scaglie sciolto in acqua.

Ulteriori consigli utili per coltivare al meglio una pianta di peperoncini

Se avete scelto di fare crescere sul vostro balcone una pianta di peperoncini, viene suggerito di:

  • Coltivare la pianta solo nel periodo che va dai mesi di marzo ai mesi di maggio, in questo modo sarete sicuri che la vostra infiorescenza abbia una temperatura non troppo fredda e nemmeno troppo calda.
  • Eliminare i rami posti nelle parti più basse della pianta.
  • Non bagnare la pianta per due giorni prima di cogliere i frutti.
  • I momenti più opportuni per cogliere i peperoncini sono al mattino presto o dopo il tramonto.
  • La pianta di peperoncino è grado di tenere alla larga le gazze ladre ed i cinghiali.

Buon giardinaggio a tutti!

 

 


Potrebbe interessarti anche...