Peperoncini sottolio senza aceto: la ricetta piccante!

peperoncini sottolio

La ricetta “piccante”: i peperoncini sottolio senza aceto.

Le conserve sono lo strumento principe attraverso cui in inverno possiamo catturare il sole dell’estate rimasto “intrappolato” nei frutti e nelle verdure della bella stagione.

I peperoncini sottolio che ti presentiamo qui di seguito sono per l’appunto una di queste preziose conserve. La ricetta che te ne proponiamo ti permette di godere di tutte le qualità del peperoncino senza bisogno di far ricorso a dei conservanti artificiali o ad altre sostanze “strane”.

Qui il “segreto” è presto detto: si tratta dell’olio d’oliva e del sale, impiegati in un modo assai semplice ma anche assai efficace.

La ricetta “piccante”: i peperoncini sottolio senza aceto

Gli ingredienti

Per questa conserva sono necessari: 400 grammi di peperoncino; 250 millilitri di olio extravergine di oliva; tre cucchiaini di sale.

La preparazione

Procedi così

La prima cosa quando ci si accinge a maneggiare i peperoncini è indossare un paio di guanti. Non sia mai che durante la preparazione della ricetta vi scappi la pipì e voi non avete pensato a proteggervi le mani…

Messi i guanti, lavate i peperoncini e poi li disponete sul piano di lavoro. È meglio non usare un tagliere di legno: il legno infatti assorbe i sapori e siccome quello del peperoncino è particolarmente forte e penetrante è meglio adoperare un materiale diverso, che non assorba umori e profumi.

I peperoncini vanno tagliati a pezzettini (ma si possono anche usare interi, dipende dai gusti), dopodiché si versa l’olio in una casseruola e lo si fa scaldare per circa un minuto. Quando l’olio comincia a scaldarsi, si versano i peperoncini e li si fanno andare per circa un quarto d’ora.

LEGGI ANCHE:  Ciambellone al pistacchio, facile, veloce e buonissimo!

Occorre anche aggiustare di sale, sempre girando i peperoncini di quando in quando. Appena la cottura è arrivata al termine, i peperoncini vanno trasferiti in appositi barattoli di vetro, che in precedenza avrete sterilizzato bollendoli in acqua per almeno mezzora.

Questo passaggio è fondamentale: serve a evitare eventuali contaminazioni e quindi possibili tossinfezioni alimentari.

I peperoncini vanno completamente coperti con l’olio, dopodiché i barattoli vanno sigillati e messi in una pentola a bollire per altri 15 minuti.

A quel punto spegnete la fiamma e fatte freddare i barattoli capovolgendoli su un panno pulito e asciutto. Bisogna che riposino così fino a che non sono del tutto freddi.

Conservare in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...