Piante, lascia perdere l’acqua: innaffiale così, è miracoloso quel che accade

piante lascia perdere lacqua innaffiale AdobeStock 351622250 1

Piante, lascia perdere l’acqua, innaffiale così: è miracoloso quel che accade

È risaputo che molti alimenti indispensabili in cucina sono perfetti anche per curare e proteggere le nostre piante.

L’aceto bianco non fa eccezione. Questo prodotto, infatti, difende le piante dagli insetti e dalle eventuali malattie che possono contrarre.

Oltre a questo l’aceto di mele protegge le piante dagli agenti atmosferici. Insomma utilizzarlo porterà solo beneficio alle tue piante preferite.

Vediamo subito, nello specifico, in che modo bisogna utilizzarlo e a cosa serve.

Piante, lascia perdere l’acqua: innaffiale con così: è miracoloso quel che accade

Piante, lascia perdere l’acqua: innaffiale così, è miracoloso quel che accade

L’aceto bianco ha la capacità di mantenere freschi i fiori?

Ebbene sì! L’aceto bianco, oltre ad eliminare l’ossido presente sugli attrezzi da giardino (basterà immergerli per un paio d’ore nell’aceto), mantiene freschi i fiori molto più a lungo anche se recisi. Basterà semplicemente versare in un contenitore d’acqua un cucchiaino di zucchero e due cucchiai di aceto e il gioco è fatto.

Per innaffiare la pianta invece dobbiamo solo aggiungere ad un litro d’acqua un cucchiaino d’aceto. In questo modo riusciremo a prevenire la comparsa della muffa.

Se invece vogliamo eliminare le foglie secche basterà spruzzarlo semplicemente sulle foglie.

Riesce a regolare il pH del terreno?

S’, l’aceto aiuta anche a regolare il pH del terreno. Questa sua caratteristica aiuta soprattutto piante come le gardenie, il ficus elastica e le ortensie piante quindi acidofile.

Quali altri vantaggi può regalare alle piante il nostro indispensabile aceto bianco?

Questo liquido ha proprietà benefiche e riesce a disinfettare tutti i materiali che utilizziamo. L’aceto è anche perfetto per pulire le foglie dalla polvere che può accumularsi durante le giornate. Bisogna soltanto bagnare un panno in microfibra con un composto fatto da una parte di aceto e da due parti di acqua e passarlo sulle foglie. Diventeranno lucidissime!

LEGGI ANCHE:  Mascherine fai da te: 4 progetti con filtro e senza cuciture!

Se invece vogliamo far germogliare in modo sano e veloce i nostri semi dobbiamo semplicemente immergere quest’ultimi per una notte in una ciotola d’acqua. Mi raccomando nell’acqua bisogna aggiungere dalle 5 alle 8 gocce di aceto bianco. I semi germoglieranno in pochissimo tempo.

Prima di concludere ti svelo un piccolo segreto utile per chi divide l’appartamento con gatti e cani.

L’aceto ha anche la funzione di tenere lontani i nostri amici a quattro zampe. Basterà soltanto sistemare accanto ai vasi delle piante un panno precedentemente immerso nell’aceto. L’odore, per loro insopportabile, li farà allontanare in un battibaleno.

Buon lavoro a tutti.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...