Consigli per la casa e Trucchi della nonna

Piante, non ti azzardare mai a comprare queste: trovati 64 pesticidi totali | Sono tossiche, massima attenzione!

Se amate le piante da terrazzo, da balcone o da giardino, fate attenzione a quello che acquistate, perché non tutte sono benefiche come sembra.

Vista la situazione climatica e l’inquinamento globale, è allarme per quanto riguarda la sopravvivenza delle biodiversità, con particolare riferimento agli insetti impollinatori.

Ognuna di noi, nel suo piccolo, può fare qualcosa per favorirne la diffusione, come, per l’appunto piantare fiori che li attirino e li aiutino. Con un’accortezza, però! Uno non vale l’altro!

Recentemente, infatti, è emerso, grazie ad uno studio apposito, che alcuni di essi potrebbero essere addirittura nocivi, perché contaminati da troppi pesticidi. Lavanda, giacinti e girasoli, per esempio, rischiano di mettere a repentaglio la loro sussistenza!

Ad aprire questo vaso di Pandora inquietante, è il BUND, un’organizzazione non governativa tedesca che, in collaborazione con Global 2000 (Austria) si occupa della salvaguardia dell’ecosistema.

Curiose di scoprire qualcosa di più!

Piante, non ti azzardare a comprare queste: trovati 64 pesticidi totali

Gli esperti tedeschi hanno campionato 44 piante, su 42 di esse è stata verificata la presenza di sostanze nocive, con una media di 7,7 pesticidi diversi per ognuna. Il 40% delle tracce rilevate mette in pericolo la sopravvivenza di api e insetti impollinatori.

64 gli erbicidi presenti di cui 11 altamente tossici. Ora, il mercato vivaistico tedesco obbedisce alle stesse regole di quello italiano, perché entrambi fanno riferimento alle normative UE. Possiamo, quindi, dedurre che la situazioni non sia molto diversa nel nostro territorio.

E questo dato è ancora più attendibile se pensiamo che nel 2014 Greenpeace aveva già redatto un dossier a riguardo. Il nome evocativo, Eden Tossico, esplicitava chiaramente la situazione in cui imperversiamo: sulle nostre piante ornamentali erano già presenti i pesticidi neonicoidi.

Insomma, noi compriamo fiori per favorire la sopravvivenza degli insetti, ma questi ne provocano la morte, perché assorbono dal nettare e dal polline le sostanze nocive che li avvelenano.

La questione si complica maggiormente, oggi, perché è stato scoperto che nel 40% dei casi, queste sostanze non sono più consentite in Europa. Come è possibile allora?

Risponde l’esperta del BUND spiegando che i produttori europei, impossibilitati a smaltire i pesticidi vietati, li hanno rivenduti ai paesi più arretrati che continuano ad utilizzarli, mettendo a repentaglio la vita degli uomini e dell’ecosistema. Il punto è che poi, questi fiori vengono esportati nei nostri stati, chiudendo così un circolo vizioso e maligno.

Come uscirne? Semplice, davvero semplice: acquistando UNICAMENTE da agricoltura biologica sia le piante, sia la frutta, sia la verdura. Solo così sarete certe dei controlli e della bontà dei prodotti che consumate o che vi portate a casa!

 

Articoli recenti

Se hai delle zucchine preparala così! E’ super cremosa, ricca di nutrienti con sole 110 calorie!

Un piatto semplice e delizioso da preparare quando non abbiamo voglia di appesantirci è quello…

52 minuti fa

Lo impasto velocemente ed è buonissimo! Il Rustico ripieno che crea dipendenza

Lo impasto velocemente ed è buonissimo! Il Rustico ripieno che crea dipendenza Preparare un secondo…

3 ore fa

Ricordi Lino Banfi (Libero) di ”Un medico in famiglia”? Ecco com’è oggi (Foto)

Lino Banfi nell'amatissima Serie TV ''Un medico in famiglia'' ha interpretato il personaggio di  Libero…

5 ore fa

La ricetta dei muffin al cioccolato più morbida e soffice che io abbia mai mangiato! Provala subito!

La ricetta dei muffin al cioccolato più morbida e soffice che io abbia mai mangiato!…

5 ore fa

Ricordi Francesca Cavallin (Bianca) di ”Un medico in famiglia”? Ecco com’è oggi

Francesca Cavallin è diventata nota al pubblico del piccolo schermo (soprattutto) per aver interpretato il…

5 ore fa

Se hai 1 uovo, farina e delle noci fai questi biscotti | Si sciolgono in mano prima che in bocca!

In questa pagina è possibile trovare la ricetta dei biscotti che si sciolgono letteralmente in…

7 ore fa