polistirolo dove si butta rischi AdobeStock 31053313

Polistirolo raccolta differenziata: lo sai dove si butta? Attenta! Rischi 300 euro di multa

Polistirolo raccolta differenziata: lo sai dove si butta? Attenta! Rischi 300 euro di multa

Fare la raccolta differenziata è molto importante.

Tuttavia non tutti la fanno o la portano a termine nel modo giusto e questo potrebbe costare molto caro alle persone.

Infatti ogni materiale deve essere gettato nel suo posto specifico e ovviamente il polistirolo non fa eccezione.

Il polistirolo, che è uno dei tanti prodotti moderni industriali, deve essere smaltito in modo corretto.

Se non sai come fare questa pagina ti chiarirà ogni dubbio.

Ma procediamo con ordine.

Il polistirolo è un materiale indispensabile e anche multiuso. Viene principalmente utilizzato per imballare degli oggetti durante il trasporto in modo da proteggerli e non farli danneggiare.

Nella vita chiunque, almeno una volta nella vita, ha utilizzato questo materiale. Allo stesso tempo la maggior parte delle persone non ha idea di come smaltire correttamente questo materiale.

Chiaramente prima di smaltirlo è possibile magari riciclarlo. Ad esempio durante i giorni delle feste natalizie può essere perfetto da usare per decorare l’albero e/o il presepe.

Ma se l’idea di spargere il polistirolo per tutta casa e rimuoverlo successivamente con estrema fatica non ti alletta devi necessariamente buttarlo nel modo corretto.

Leggi la guida qui sotto e scopri come fare.

polistirolo dove si butta rischi AdobeStock 31053313

 

Polistirolo raccolta differenziata: lo sai dove si butta? Attenta! Rischi 300 euro di multa

È importante smaltire nel contenitore corretto il polistirolo perché in caso contrario ci si potrà imbattere in una sanzione di 300 euro. Una multa, quindi, decisamente salata.

Dopo questa premessa è chiaro che bisogna sistemare questo materiale nel contenitore giusto. In questo modo successivamente sarà trattato al meglio per poi essere riciclato e riutilizzato.

Le macchine della raccolta differenziata sono capaci di dividere i materiali in base alla loro composizione ed è per questo che distinguono la plastica, i vari tipi di plastica, il cartone e l’alluminio.

Per smaltire invece questo materiale non esiste un metodo universale proprio perché dipende soltanto dal tipo specifico di polistirolo che si ha tra le mani.

Polistirolo: come si distinguono i vari tipi?

Il polistirolo può esser distinto in base alla sua destinazione d’uso. Infatti i diversi tipi di polistirolo vengono differenziati e riconosciuti in base al motivo per cui il materiale è stato realizzato.

Se il polistirolo viene utilizzato insieme ad un altro articolo e serve solo per proteggere quest’ultimo dagli urti è chiaro che deve essere buttato nella raccolta differenziato. Quello per l’imballaggio invece deve essere smaltito sempre nello stesso modo.

Invece il polistirolo alimentare deve essere necessariamente sistemato insieme alla plastica.

Prima di cominciare però bisogna chiaramente pulire accuratamente il polistirolo. In questo modo gli eventuali residui di cibo non inquineranno gli altri oggetti di plastica.

Facendo tesoro di questi piccoli accorgimenti non solo farai un grande regalo all’ambiente ma eviterai una multa di ben 300 euro.

È chiaro quindi che durante la raccolta differenziata è molto importante stare attenti e portare a termine tutte le precauzioni citate sopra.

Che aspetti? Non farti trovare impreparata la prossima volta che dovrai utilizzare il polistirolo.

In questo modo non farai altro che dare il tuo contributo all’ambiente e risparmierai anche un bel po’.

Buon riciclo e buona raccolta differenziata.

 

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!