Pulizia del viso fai da te: gli step fondamentali per farla nel modo corretto  

Pulizia del viso fai da te: come farla nel modo corretto

Per avere una pelle priva di impurità la pulizia del viso è fondamentale, ma va fatta nel modo giusto altrimenti si rischia di peggiorare la situazione. Pulizia del viso fai da te

Per una skincare perfetta la pulizia del viso non deve mancare, ma non sempre si può andare dall’estetista, quindi imparare a farla a casa può essere molto utile anche dal punto di vista economico. Essa permette una pulizia molto profonda, poiché rimuove cellule morte e punti neri. Per i problemi dermatologici più seri, come l’acne, oppure se non siete sicure di come trattare la vostra pelle grassa, secca o mista, andare da uno specialista,  che sia un dermatologo o un’estetista professionale, è la soluzione più giusta perché loro saranno in grado di dirvi qual è il modo migliore per prendervi cura della vostra pelle 

Pulizia del viso fai da te: detergere il viso

E’ molto importante usare i prodotti adatti: i detergenti per il viso dovrebbero sempre essere delicati e soprattutto scelti seguendo le esigenze del vostro tipo di pelle. La pulizia è un passaggio principale, non sempre basta struccarsi per toglier il make-up, e anche se non vi siete truccate, serve a pulire la pelle da inquinamento, polvere, sudore che potrebbero depositarsi sul viso. Potete usare dell’acqua micellare o termale e il latte detergente. 

Anche i prodotti esfolianti molto aggressivi possono rischiare di rovinare la pelle, quindi il consiglio è di usarli settimanalmente. Il peeling o lo scrub ad esempio, sono prodotti purificanti ma che potrebbero irritare la pelle se usati quotidianamente. 

Pulizia del viso fai da te: liberare i pori

Per una pulizia completa della pelle è importante pulire i pori in profondità rimuovendo tutto ciò che li ostruisce. Molto utilizzato è il metodo del fumento: esso consiste nel mettere il viso su una fonte di vapore caldo. Spesso l’acqua viene riscaldata in una pentola con del bicarbonato o degli oli essenziali. Questa tecnica è molto efficace, ma può essere eccessiva per alcuni. In tal caso anche una semplice doccia calda può funzionare, ed esistono anche delle piccole saune facciali che aprono i pori sempre usando il vapore. 

LEGGI ANCHE:  La cannabis… stupefacente anche come antibiotico! Lo dice una ricerca

Per liberare davvero i pori bisogna esfoliare la pelle, magari applicare un siero e in seguito una maschera. Per esfoliare si consiglia un prodotto con granelli sottili, che sarà quindi più delicato. Dopo il siero, una maschera, o abbinatene due insieme ad esempio una per la zona T e una per idratare la parte restante. Ricordate di scegliere tutti i prodotti in base alla vostra tipologia di pelle. 

Pulizia del viso fai da te: immancabili il tonico e la crema idratante 

Il tonico contribuisce a purificare l’epidermide e a ridurre i pori dilatati sul viso, ma ricordate di non usarne uno troppo aggressivo. Dopo questo passaggio siete pronte per la crema idratante, fondamentale dopo la pulizia del viso e sempre scelta in base alle vostre esigenze e alle stagioni. 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...