Punture di zanzare: i rimedi più efficaci e utili da usare dopo puntura

Punture di zanzare? Con la bella stagione, il caldo e il sole spuntano i tanti odiosi insetti e il prurito che accompagna il loro incontro, se per qualcuno è solo un fastidio passeggero, per altri può divenire un problema costante, con gonfiore della zona interessata, rossore e dolore circoscritti. Come fare? In commercio esistono i classici spray anti-zanzara ma, come saprete bene, non sempre sono “amici della pelle”. Abbiamo pensato, a tal riguardo, di rivelarvi alcuni tra i  migliori rimedi della nonna per eliminare il fastidio. Scoprite di seguito quali sono!

Punture di zanzare: i rimedi più efficaci e utili da usare dopo puntura

Le nonne avevano sempre ragione ed ecco perché i loro rimedi sono efficaci e utili per prevenire e rimediare a qualsiasi cosa. Come fare? Seguite questi consigli!

  • Limone e acqua: per trattare in modo mirato le punture di zanzara, utilizzate un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone, poi, sciacquate l’area con acqua fresca.
  • Ghiaccio e menta per il gonfiore: un ottimo rimedio per le punture di zanzare è rinfrescare la parte interessata dalla puntura con ghiaccio e menta. In casi di emergenza usate un dentifricio al mentolo.
  • Miele: per alleviare il prurito e prevenire possibili irritazioni il miele è miracoloso e, per di più è un ottimo antibatterico! Applicato direttamente sulla puntura o mescolato ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio, potrà aiutarvi ad accelerare la rigenerazione della pelle e attenuare il gonfiore e l’arrossamento.
  • L’aloe vera per i bambini: il gel d’aloe vera è perfetta per lenire la pelle e calmare il prurito. Essendo molto delicata, è perfetta anche sui più piccoli!

Allontanare le zanzare? Il rimedio efficace è uno solo: la Lavanda

Oltre ai tanti rimedi della nonna sopra descritti per il dopo puntura, ora scopriamo come allontanare le tanto temute zanzare da noi e dai nostri bambini. Il rimedio efficace è la Lavanda che, ha una doppia azione: lenitiva e rinfrescante sulla pelle.

LEGGI ANCHE:  Verdure surgelate o verdure fresche? Ecco i risultati di alcune ricerche!

La profumata pianticella è perfetta per tenere lontani questi fastidiosi insetti. Sotto forma di olio essenziale, poi, può essere applicata direttamente sulla puntura per lenire e rinfrescare la pelle.

Se non avete in casa l’essenza pura di lavanda, potete provate a creare il vostro olio naturale mescolandone uno leggero come quello di avocado ad alcuni petali del fiore: lasciateli in infusione tutta la notte.  Ciò che avrete sarà un unguento dalle proprietà calmanti e, in più, profumatissimo!

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...