Quadri e stampe in casa? Ecco le regole per il risultato estetico fantastico!

Quadri e stampe in casa offrono una soluzione di arredo per le pareti molto efficace esteticamente.

A seconda di quanto vi è raffigurato, esprimono la personalità del padrone di casa, impreziosiscono e, integrandosi con la stanza, la valorizzano. Per ottenere questo, quadri e stampe non devono essere disposti a caso ma con determinati criteri.

quadri e stampe in casa

Criteri per appendere quadri e stampe in casa nel modo corretto

Appesi, devono riuscire a catturare l’attenzione di chi guarda. Per prima cosa dunque devono abbinarsi all’arredamento. Non meno importante è l’altezza a cui sono posizionati: ad altezza sguardo. Anche se i soffitti sono molto alti, è necessario rispettare una linea immaginaria orizzontale, che sia parallela al pavimento. In generale, le cornici di grandi dimensioni sono perfette per gli ambienti molto spaziosi, quelle di medie dimensioni o piccole per gli ambienti dalla metratura standard. Cercate anche di non utilizzare insieme dipinti e fotografie salvo non abbiate intenzione di ricreare un impatto visivo stilisticamente sperimentale.

Il criterio base:

considerate la linea base, la linea centrale e la linea superiore della cornice. La linea base deve stare a non più di 120 cm dal pavimento, la centrale a 160. La superiore a 170/180 cm, in linea generale a circa i 5/8 dell’altezza della parete.

Di conseguenza:

Se quadri e stampe sono molto grandi, astratti o dalle tonalità scure: posizionateli più in alto. Al contrario, il forte impatto visivo rischierebbe di appesantire il circostante e darebbe l’impressione di uno squilibrio di proporzioni sulla parete. Sono ideali sulle pareti ampie e spoglie.

Se sono piccoli, rappresentano ritratti o nature morte e paesaggi: potete posizionarli più in basso perché l’osservatore possa coglierne i particolari senza sforzo.

LEGGI ANCHE:  25 idee geniali che trasformeranno il vostro giardino in un paradiso con pochissima spesa

Posizionarli in obliquo: è perfetto in presenza di scale. L’importante è che la linea obliqua (tracciata seguendo il centro delle cornici) le segua in perfetto parallelismo.

quadri e stampe in casa

Quando la parete è stretta: posizionateli in verticale. Tracciate una linea immaginaria verticale a dividere l’altezza della parete e appendete quadri e stampe in modo che la linea coincida con il loro centro.

La parete è ampia: potete disporre quadri e stampe formando un motivo geometrico. Seguendo il perimetro di un quadrato o di un rettangolo lasciando la spazio al centro vuoto oppure a cerchio, intorno alla cornice più grande. E’ una buona idea anche raggruppare le cornici piccole per soggetto. Ma anche per colore o stile.

quadri e stampe in casa

L’illuminazione

Evitate di appendere quadri e stampe dove riceverebbero la luce diretta solare. I colori, nel tempo, potrebbero venirne alterati. Optate per la luce artificiale ma attenzione, installatela o in alto o in basso. Laterale genera riflessi che impediscono allo sguardo di mettere a fuoco l’immagine. Anche la retroilluminazione ha un ottimo risultato.

Consiglio: Alla pari della luce diretta solare, evitate di posizionare le cornici su fonti di calore o in ambienti umidi come il bagno e la cucina. Salvo che non ci sia un vetro a protezione.

 

*Le immagini presenti in questo articolo sono tratte da Pinterest. 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...