Qual è la dieta migliore se soffri di pressione alta: scoprilo con noi

qual e la dieta migliore fruits vegetables 1112 314 1

Qual è la dieta migliore se soffri di pressione alta: scoprilo con noi

Qual è la dieta migliore se soffri di pressione alta. In uno studio condotto su topi in cui era stata indotta l’ipertensione con una dieta ricca di sale si è visto che un regime alimentare a base vegetale può proteggere dai rischi connessi alla pressione alta.

qual e la dieta migliore fruits vegetables 1112 314 1

In particolare si è visto che nelle femmine che danno alla luce topolini una dieta ricca di cereali integrali può proteggere sia le mamme che i piccoli dal rischio di preeclampsia (una sindrome in cui nella femmina gravida si possono manifestare, da soli o anche insieme, edema, proteinuria e ipertensione, e che può essere mortale).

Due nuovi studi, in particolare, sembrano suggerire che il microbiota intestinale giochi un ruolo essenziale nel determinare una risposta patologica a un elevato consumo di sale.

È quanto sostengono ricercatori del Medical College del Wisconsin e del Medical College della Georgia in due articoli su Pregnancy Hypertension: An International Journal of Women’s Cardiovascular Health e su ACTA PHYSIOLOGICA.

Dalle due ricerche si evincerebbe una volta di più che modificare la dieta può migliorare la flora intestinale e quindi anche offrire vantaggi per la salute a lungo termine.

Topi in trasferta

Già nel lontano 2001 si vide quanto una dieta a base di cereali possa proteggere dai guai dell’ipertensione, e uno studio più che decennale ha confermato quelle scoperte.

qual e la dieta migliore vegetarian buddha bowl with fresh vegetable salad chickpea 1150 42371

In quell’anno 2001 il Medical College del Wisconsin prestò ai Charles Rivers Laboratories di Wilmington, Massachusetts, alcuni topi selezionati per sviluppare ipertensione (chiamati “Dahl salt-sensitive rats”) .

Ebbene, si scoprì che se anche si aggiungeva sale alla loro dieta i topi che in Massachusetts erano alimentati con una dieta a base di cereali sviluppavano sintomi molto meno gravi.

LEGGI ANCHE:  Coccole per la pelle: maschere fai da te al miele per un incarnato perfetto!

Insomma, s’è visto che lo sviluppo dell’ipertensione (nei topi, ma presumibilmente anche negli esseri umani) non dipende solo dal consumo di sodio.

Come spiega il dottor Davis Mattson, specialista in fisiologia a lungo impegnato nella ricerca sull’ipertensione, “le proteine animali amplificano l’effetto del sale”.

Come scrivono i ricercatori su ACTA PHYSIOLOGICA, è ragionevole ipotizzare che, se è vero che il microbiota intestinale è implicato in malattie croniche come l’ipertensione, una modifica della dieta in senso vegetariano possa indurre la flora intestinale a una risposta protettiva dai rischi della pressione alta.

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...