Quale dieta per gambe sane e snelle: contro la ritenzione idrica

dieta anti ritenzione per la salute delle gambe

Quale dieta per gambe sane e in forma: contro la ritenzione idrica.

Hai un problema di ritenzione idrica? A sera le tue gambe sono gonfie e pesanti? Ebbene, puoi affrontare la cosa in modo del tutto naturale attraverso una dieta pensata appositamente per combattere la ritenzione di liquidi e aiutare le gambe a mantenersi sane.

Gli ingredienti fondamentali di una tale dieta sono frutta e verdura freschi e di stagione, semi oleosi e cereali integrali. Si tratta di alimenti che assunti d’abitudine possono sgonfiare le gambe, e farti arrivare a sera senza sentirti esausta e dolorante.

Quando si soffre di cattiva circolazione, è proprio durante la bella stagione che si può notare un aumento della ritenzione di liquidi. Questo si osserva soprattutto a livello delle ginocchia e delle caviglie, che possono dolere e gonfiarsi.

Che fare? Intanto bere molto. Almeno due litri di acqua al giorno, questa è la quantità minima consigliata da tutti i medici. E poi fare attività fisica. Che non vuol dire massacrarsi in palestra: basta fare una passeggiata di buon passo per una mezz’ora al giorno oppure rinunciare a prendere l’ascensore per salire in casa.

Quale dieta per gambe sane e in forma: contro la ritenzione idrica

Questo sul fronte positivo, diciamo così. Ma veniamo al fronte negativo, e cioè a quei cibi che è meglio evitare proprio, se soffri di ritenzione.

In generale è meglio dire no ai cibi raffinati, come la pasta, la pizza e il pane. Meglio i cereali integrali: riso integrale, farro e orzo non perlati, miglio, avena, grano saraceno. Ottimi anche i legumi freschi, soprattutto per mantenere il tono dell’umore.

Non vanno bene, invece, zucchero semolato, il caffè, gli insaccati e la carne in generale, che sarà bene diminuire progressivamente.

LEGGI ANCHE:  Galateo delle unghie: ecco come portarle con classe e stile!

Ancora prima di fare colazione sarebbe buona regola cominciare la giornata bevendo un bicchiere di acqua. Durante la giornata si dovrebbe proseguire mangiando molta frutta e molta verdura, lontano dai pasti principali. La verdura cruda, in particolare, dovrebbe servire da antipasto: per esempio lattuga, pomodori, carote, sedano, zucchine, cavolfiori. Il tutto condito con un filo d’olio a freddo. Meglio invece tenersi alla larga dai soffritti.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...