Quale orchidea Non è da tenere in casa: ti dico il motivo

non tenere in casa questa scarpetta di venere

Quale orchidea Non è da tenere in casa: ti dico il motivo

Quando pensiamo a dei fiori veramente eleganti, tra le tante varietà non può non venirci in mente l’orchidea. Bella e sensuale è il simbolo stesso della passione, anche per questo, normalmente si pensa all’orchidea come un fiore da donare in vaso e da collocare in casa. Eppure, come tante altre piante, anche l’orchidea si presenta sotto forma di molte varietà. Una in particolare è adatta ad essere coltivata all’esterno. Scegliendola, potremo rendere il nostro giardino un vero luogo incantato. Stiamo parlando del cypripedium più comunemente nota come scarpetta di Venere.

Quale orchidea Non è da tenere in casa: ti dico il motivo

Quale orchidea Non è da tenere in casa: ti dico il motivo

Dove piantare la scarpetta di Venere

Questa pianta ha bisogno di un terreno sabbioso o argilloso, evitiamo, invece, accuratamente la torba o il terriccio, non sono assolutamente idonei. Teme il sole diretto quindi collochiamola in un posto in ombra o almeno in semiombra, dove il sole batta solo nelle prime ora del mattino, momento in cui i raggi sono tiepidi e da cui la scarpetta di Venere tra giovamento. Non preoccupiamoci se in inverno il posto scelto ci sembra troppo freddo, perché questa varietà di orchidea non teme assolutamente le basse temperature. Infatti in inverno attraversa una fase di dormienza che la protegge. Anzi la buona fioritura della pianta dipende anche dalle gelate che ha subito durante la stagione fredda.

Come piantare

Il periodo migliore per trapiantare il cypripedium è in autunno, durante la fase di dormienza o in primavera quando la pianta sarà al sicuro dalle gelate invernali. La scarpetta di Venere ama il terreno aperto. Quindi quando la tireremo fuori dal vaso in cui l’abbiamo comprata, facciamo attenzione di posizionarla allo stesso livello della terra circostante. Se la mettessimo troppo in superficie, le radici non sarebbero protette, se troppo in profondità non potrebbero espandersi liberamente. Una volta interrata ricordiamoci che la potatura andrà fatta solo in autunno.

LEGGI ANCHE:  Un test di 2 minuti fatto da un famoso psicologo! Scegliete una persona da questo albero e scoprirete il vostro stato emotivo

Quando innaffiare la scarpetta di venere

Durante il primo anno, sarà necessario innaffiare abbondantemente il terreno circostante al nostro cypripedium. Trascorso questo tempo, le radici dovrebbero essersi adattate al terreno, quindi potremo procedere ad annaffiature meno frequenti, adattandole a quelle del resto del giardino.

Da quest’anno, rompiamo gli schemi e scegliamo la scarpetta di Venere per decorare il nostro giardino, non ce ne pentiremo!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...