Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Questo è ciò che accade al tuo corpo quando non si lava la biancheria da letto.

Pubblicità

Vi siete mai chiesti: “Cosa si può accumulare sotto le lenzuola quando dormiamo?”. La risposta è: “di tutto”. Già, perché di notte, anche se non ce ne accorgiamo, rilasciamo nel letto una grande quantità di sudore (vedi l’immagine in basso). Si chiama “perspiratio insensibilis”.

sudore

Noi non sudiamo solo quando vediamo le goccioline di sudore lungo la nostra fronte, ma sulla nostra pelle abbiamo sempre uno strato di umidità.

Pubblicità

Quando siamo avvolti nelle lenzuola il sudore non evapora e nel letto si crea una nuvola umidiccia che attira ospiti indesiderati. In questo modo possono sicuramente proliferare batteri, funghi, acari o altri parassiti.

batteri

Figuriamoci poi, quanto aumenta la quantità di sudore quando indossiamo pigiami sintetici o se si esagera con le coperte. Ma non finisce qui, perché nel nostro letto ci possono essere anche secrezioni umane, residui di cosmetici e briciole di cibo. Un vero festival della sporcizia!

Tutto questo può provocare dermatiti, ovvero problemi alla cute, rinite allergica o anche problemi più gravi.

La rivista Women’s Health ha realizzato un sondaggio in cui si domandava alle donne con quale frequenza cambiassero o lavassero le lenzuola del proprio letto.

Dal sondaggio è venuto fuori che le lenzuola venivano cambiate una volta al mese.

I materassi e le trapunte sono gli elementi ai quali si presta sempre poca attenzione. In particolare le trapunte si lavano una volta all’anno al cambio stagione, quando verranno poi riposte nell’armadio, per poter essere riutilizzate l’inverno seguente, e sostituite con le lenzuola estive.

Pubblicità

Al riguardo, il direttore di microbiologia clinica del centro medico Langone di New York (Stati Uniti) ha sottolineato che come minimo, bisogna cambiare e lavare le lenzuola almeno una volta a settimana. In questo modo, viene assicurata una scarsa presenza di batteri e di altri microrganismi nei tessuti.

Il lavaggio potrebbe essere evitato qualora qualche componente della famiglia sia malato, per poter essere nuovamente ricambiate però quando la persona sia guarita del tutto.

Conviene quindi lavare le lenzuola una volta alla settimana e se non dovesse bastare potrete porre le lenzuola per un po’ di tempo nel congelatore perché le temperature estremamente basse possono portare alla morte dei microrganismi e degli acari della polvere.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi


Potrebbe interessarti anche...