Realizzare un centrotavola con una pianta acquatica | Ecco come step by step

come avere una pianta acquatica pianta acquatica

Realizzare un centrotavola con una pianta acquatica | Ecco come step by step

Le piante acquatiche sono tra le piante più interessanti, sia da un punto di vista estetico che dell’arredamento. Una pianta acquatica fantastica è sicuramente la Rhoeo Discolor, conosciuta anche come Rhoeo. Scopriamo di cosa si parli e come poterla coltivare facilmente.

come avere una pianta acquatica pianta acquatica

Rhoeo Discolor: scopriamo questa pianta acquatica

Generalmente, la Rhoeo è una pianta annuale. Una delle caratteristiche più note è la capacità di questa pianta acquatica di resistere a temperature anche di -6 °C. Ovviamente, questa non è la temperatura ideale per far crescere sana e forte la pianta, ma fa ben comprendere quanto sia resistente agli agenti esterni.

Anche il fatto che sia in grado di sopravvivere all’ombra parziale o totale è emblematico. Di solito tollerano anche la siccità, anche se potrebbe sviluppare problematiche legate al marciume radicale e alle malattie sul fogliame (questo se la pianta viene annaffiata troppo o troppo poco).

La Rhoeo può crescere in maniera adeguata in un giardino, a prescindere dall’habitat, ma allo stesso tempo può essere coltivata con risultati eccellenti in casa. In molti optano per questa magnifica pianta da poter piazzare su scrivanie e tavoli. Vediamo alcuni passaggi essenziali per poterla coltivare autonomamente.

Come coltivare la Rhoeo discolor in casa

Prendiamo un esemplare di Rhoeo ed eliminiamo dai vari “rametti” le radici che possono sembrarci marce. Noterete sicuramente che alcune zone delle radici appaiono di colore marrone e di una consistenza molle: eliminatele facilmente e ripulitele.

Ora posizionate i vari “tronchetti”, con le foglie appuntite, in un contenitore di plastica. Cercate di farli stare quanto più dritti possibile. Ora cominciamo a versare l’acqua, fino a ricoprire quasi tutta la base della radice (circa 10 cm).

LEGGI ANCHE:  Eliminare il prurito con aceto e basilico: la combinazione perfetta.

Già dopo 30 giorni possiamo notare che la pianta sia diventata più folta e che le radici hanno cominciato a svilupparsi maggiormente. Eliminiamo le foglioline secche e sciacquiamo per bene i vari tronchetti.

Difatti, la parte più lunga e difficile è passata. Ora possiamo già posizionare in un vaso alcuni sassolini, classici per le piante acquatiche, e cominciare ad inserire i tronchetti. Facciamo in modo tale da incastrare il tutto affinché sia stabile la pianta e non si muova. Ora versiamo l’acqua fino a ricoprire la base del tronchetto e tutta la radice.

Ecco qui, il gioco è fatto! Il risultato sarà assolutamente sorprendente. Ora potremo avere la nostra pianta da tavolo e posizionarla dove meglio desideriamo. Facci sapere se ci sei riuscita!

Guarda il video che segue per avere un’idea precisa di come procedere:

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...