Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Restare sane in quarantena: consigli utili per non perdere la bussola!

Pubblicità

Restare mentalmente sane in questa quarantena sembra un’impresa impossibile! Le restrizioni necessarie per contenere il coronavirus, l’isolamento e il divieto a uscire, possono risultare psicologicamente molto pesanti. Ricordatevi per prima cosa che è assolutamente normale sentirsi tristi, confuse, stressate. Anche se vivete completamente sole, non restate in pigiama, vestitevi bene, prendetevi cura di voi, non mangiate la prima cosa che trovate in frigo ma cucinate i pasti a orari regolari. Ricordate che questa condizione finirà. Ma qui potete trovare qualche consiglio e qualche spunto per attraversare anche questo difficile e delicato momento, rimanendo RIGOROSAMENTE a casa! Curiose? Iniziamo!

Restare sane

1. Per restare sane, non seguite tutto il giorno le notizie sul coronavirus

Pubblicità

Non passate il tempo a inseguire le notizie sul coronavirus! Cercatevi una fonte attendibile e leggete solo quella! Alcuni psicologi consigliano di limitare a due volte al giorno la lettura di informazioni e notizie sul coronavirus. Se vivete nelle zone più colpite potreste trovare difficile seguire questo consiglio, sia perché i vostri cari forse sono malati, sia perché ricevete molte telefonate con notizie preoccupanti. Dovete sostenervi a vicenda, ma preservandovi. Selezionate le persone con cui davvero volete parlare per non ritrovarvi ansiose e troppo agitate.

2. Fare attività fisica

Lo sport è fondamentale per stare bene e ha una potente funzione antidepressiva. Le attuali restrizioni non proibiscono l’attività fisica all’aperto a patto che si mantengano le distanze, ma fare una corsa in città potrebbe diventare sempre più complicato. Mettetevi d’accordo con delle amiche e fare insieme yoga, pilates, saltare alla corda o seguire dei tutorial online. Magari fatelo a giorni fissi, come se andaste in palestra e impegnatevi a rispettarli. E ballate, scaricherete la tensione divertendovi.

Restare sane

3. Mantenete un contatto con le videochiamate.

Il contagio crea distanza e solitudine, le relazioni sociali sono fondamentali per farci stare bene da un punto di vista biologico. Anziché con i messaggi sul cellulare, le mail o i social network, provate a comunicare attraverso le video chiamate: lo stanno già facendo in molti, organizzate degli aperitivi e delle cene su WhatsApp con i vostri amici e parenti. Fatelo anche per momenti più brevi, è un modo per sentirvi meno sole, meno estraniate e per cercare di mantenere la normalità. Vale anche per i bambini: fateli parlare in videochat con i nonni e con i loro amici, anche attraverso delle chat di gruppo.

Pubblicità

Restare sane

4. Imparate cose nuove per restare sane!

Fate una lista delle cose che avete sempre voluto imparare o che avete lasciato in sospeso per anni, che si tratti dei lavoretti in casa o in giardino, cucinare un piatto nuovo, suonare uno strumento, leggere un libro lungo, apprendere una lingua. Partite da voi, da ciò che vi fa stare bene. Provate a considerare questo periodo come un’opportunità per riscoprirvi, e se vi annoiate, ricordate che questa sensazione, nei bambini come negli adulti, è un momento necessario per farci venire delle idee creative.

5. Seguite una routine

Inventatevi una nuova routine: è importante non trasformare il tempo dell’isolamento in ore perse, indefinite e disordinate. Puntate la sveglia, alzatevi, lavatevi e vestitevi: non restate in pigiama! Fa bene a voi ed è rispettoso per le persone che vi stanno vicino. Rispettate l’orario del pranzo e della cena. Vivete questo periodo come un’opportunità per imparare a usare la giornata in un altro modo: è il momento di compiere quello che nella scadenza routinaria di tutti i giorni non avete avuto modo di fare.


Potrebbe interessarti anche...