Riciclare vuol dire anche, alimentare gli animali che vivono per strada. il video

Pugedon , è una società turca, che ha brevettato una sorta di “distributore automatico” che dà cibo ai cani e gatti randagi in cambio di bottiglie.

zzzzzz

Ogni volta che una bottiglia o lattina è depositata nella macchina, un distributore automatico di cibo rilascia una certa quantità di mangime,  incoraggiando anche il riciclaggio della plastica e delle latte.

La macchina è stata posta a Istanbul, nel parco della città, in modo che tutti potessero testarla: in questo caso, riciclare vuol dire non solo aiutare l’ambiente, ma contribuisce anche ad alimentare i cani e gatti che vivono in strada.
La macchina è stata messa in vendita per la prima volta in Turchia, ma ben presto comincerà l’esportazione in tutto il mondo, come afferma Kamil Arıkut responsabile delle vendite internazionali. “Abbiamo parlato e negoziato con tre o quattro società brasiliane e dei governi locali, “Riceviamo decine di messaggi ogni settimana da molte persone interessate, soprattutto dal Brasile che vorrebbero importare questo ‘box’ per le loro città o comunità. Purtroppo, non è stato ancora raggiunto un accordo per l’esportazione, probabilmente dice KAMIL  il nostro prezzo è troppo alto per il Brasile ”

FORSE NON SAPEVATE CHE:

A Istanbul ci sono circa 150.000 cani e gatti randagi. I turchi in realtà hanno una buona reputazione per quanto riguarda i diritti degli animali: nel 2012, il governo Turco ha emanato una legge che prevede l’invio dei cani randagi in “parchi naturali”.  

PRENDEREMO ESEMPIO DA LORO? 

 

COME FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DELLA PLASTICA –
Tra tutti i materiali riciclabili, la plastica è tra quelli che più si prestano a un riciclo completo. Quindi diamo largo spazio alle bottiglie, buste della pasta, flaconi dei prodotti che utilizziamo per le pulizie, vaschette di gelato, retine e cassette della frutta e verdura, vasetti yogurt e ancora le confezioni trasparenti delle caramelle e brioches. Invece non buttate assolutamente nella plastica tutti quei rifiuti che presentano dei residui di materiali organici, per esempio il cibo che potrebbe anche fermentare nel cassonetto, i rimasugli di sostanze molto pericolose per l’ambiente come vernici e collanti. Inoltre ricordate sempre che tutti i contenitori devono essere puliti, svuotati e schiacciati. Togliete le etichette di carta, i vasetti di yogurt lavateli prima di inserirli nel contenitore della plastica.

LEGGI ANCHE:  La famiglia adotta un cane che non dormiva mai, quando lo registrarono scoprirono che li guardava tutta la notte

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...