Riprodurre un’orchidea con una semplice bottiglia di plastica. Geniale!

Riprodurre un’orchidea con una semplice bottiglia in plastica

Le orchidee sono piante davvero belle, danno un tocco di eleganza ad ogni arredamento, per questo sarebbe bello averne una in ogni stanza. Per farlo abbiamo due soluzioni, o prendiamo d’assalto il nostro fiorista o, se siamo riusciti a far crescere abbastanza la nostra pianta di orchidea, potremo duplicarla e rendere bellissima la nostra casa a costo zero.

Riprodurre un'orchidea con una semplice bottiglia in plastica

Partendo dalle talee, riuscirci sarà anche piuttosto semplice, vediamo come fare.

Riprodurre un’orchidea con una semplice bottiglia in plastica

Creiamo il luogo ideale per lo sviluppo delle talee

Per poter far crescere delle nuove orchidee, il primo passo è quello di procurarsi una bottiglia di plastica da 2 litri.

Tagliamo la parte superiore lasciandone attaccato un pezzo. In pratica dobbiamo potere accedere all’interno della bottiglia, ma nel contempo anche chiuderla.

Pratichiamo qualche foro nel tappo della bottiglia, in modo che quando la chiuderemo passerà comunque dell’aria, e dei fori laterali sulla bottiglia.

Tagliamo le talee per creare le nuove piante di orchidea

Abbiamo detto che potremo duplicare le nostre piante di orchidea, partendo dalle talee. Dobbiamo tagliarne due, della lunghezza di almeno 10 centimetri, sotto un nodo dove siano presenti delle radici avventizie.

A questo punto, ricopriamo la base, con del muschio bagnato d’acqua e fissiamolo con un nastro o un elastico, in modo che stia ben saldo.

Inseriamo le talee con il muschio dentro alla bottiglia e chiudiamola.

Prendersi cura delle talee per farle trasformare in orchidea

Una volta creata la nostra piccola serra portatile, è necessario trovare il luogo ideale, per attendere che si fortifichino le radici.

LEGGI ANCHE:  Terrario in miniatura: originali e irresistibili, pronti in 2 minuti!

Dobbiamo posizionarla in un posto molto luminoso ma non alla luce diretta del sole e non troppo secco.

Dopo due settimane le radici si saranno fortificate e possiamo interrare le talee.

Riprodurre un’orchidea con una semplice bottiglia in plastica

Come invasare le nuove orchidee

Dobbiamo usare un vaso di medie dimensioni, riempito con un terriccio drenante, apposito per orchidee.

Dopo averla invasata avremmo già una vera e propria nuova pianta e così dovremo trattarla. Quindi attenzione alla temperatura che non deve mai scendere sotto i 15 gradi.

Innaffiamo solo quando il terriccio è completamente asciutto, ma soprattutto concimiamo le nostre nuove piantine con un concime specifico.

Ora siamo in grado di far riprodurre le nostre orchidee e nel giro di poco tempo potremo riempire la nostra casa con queste bellissime piante!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...