Riscaldamento a Pavimento: ecco cos’è e come Funziona

riscaldamento a pavimento

Il cosiddetto “riscaldamento a pavimento“, consiste in un particolare sistema di riscaldamento a pannelli radianti.

L’utilità di applicare tecniche di risparmio energetico in grado di salvaguardare l’ambiente e pesare meno sui bilanci familiari, oltre ad una maggiore sensibilizzazione in tal campo, rendono questa tecnologia sempre più diffusa.

Ciò dipende dal fatto che il riscaldamento a pavimento dà buoni risultati dal punto di vista energetico, pur funzionando a temperature mediamente basse e in combinazione con i pannelli solari.

riscaldamento a pavimento

Riscaldamento a pavimento

Riscaldamento a pavimento: come funziona

Questo tipo di impianto funziona grazie ad una serpentina di tubi in cui scorre acqua ad una temperatura di circa 30°/40°.

Lo scambio di calore avviene principalmente per irraggiamento e non per convenzione.

La caldaia collegata ai tubi permette il riscaldamento dell’acqua.

Una parte isolante impedisce che il calore non si disperda in basso e finisca per immettersi completamente nell’ambiente.

Riscaldamento a pavimento: vantaggi, svantaggi, prezzi ed incentivi

Il riscaldamento a pavimento comporta una dispersione termica minima e diffonde il calore in modo uniforme e gradevole.

Lo svantaggio principale?

Sicuramente il maggior costo della costruzione della pavimentazione.

L’impianto deve essere progettato con cura in ogni suo aspetto (fatevi assistere da un architetto).

Le caratteristiche dell’abitazione (costruzione antica o nuova, restauro o meno, ubicazione, ampiezza ed altezza degli ambienti ecc.), influiscono in maniera decisiva sul tipo di impianto da realizzare.

In linea di massima tuttavia, il costo è compreso tra i 70 ed i 110 euro al metro quadro, determinabili in base ai fattori sopra elencati.

Se siete tentati dalla possibilità di installare il riscaldamento a pavimento a casa vostra ma siete un po’ spaventati dalla spesa, ricordate che le ristrutturazioni energetiche prevedono interessanti incentivi da parte dello Stato.

LEGGI ANCHE:  Candele profumate: l’atmosfera magica per un pomeriggio in relax

Nel caso specifico, il costo dell’impianto si può detrarre fino al 55% della spesa totale sostenuta, un aspetto di sicuro non trascurabile.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...