Riso basmati: cucinarlo correttamente per un risultato straordinario

riso basmati cucinarlo correttamente per 3

Il riso basmati è arriva dall’India e dal Pakistan.

È una varietà profumatissima, dalla forma allungata e un gusto saporito anche da scondito. Il suo indice glicemico è più basso rispetto al chicco tradizionale, possiede un amido particolare, chiamato amilosio, di facile assimilazione, in grado di favorire le funzioni intestinali e regolare la circolazione sanguigna. Aumenta sensibilmente il senso di sazietà ed è ideale per restare informa con gusto!

Versatile e delicato, si presta alla realizzazione di svariate ricetta, ma bisogna saperlo cuocere perfettamente.

Curiose di sapere come fare? Iniziamo!

riso basmati cucinarlo correttamente per 3

Riso basmati: ecco come bisogna cuocerlo

Prima di cominciare, sciacquatelo bene sotto al getto freddo del rubinetto per privarlo dell’amido in eccesso, quindi lasciatelo in ammollo per mezz’ora circa in acqua gelata.

Ora scegliete quale metodo di cottura preferite e procedete come vi indichiamo noi di Non Solo Riciclo.

Se preferite cucinarlo sul gas, portate ad ebollizione 250 ml di acqua leggermente salata per ogni 100 grammi di riso. Inserite il coperchio. A bollore raggiunto, mantenere la fiamma alta per 3 minuti, quindi abbassatela al minimo e proseguite per altri 10 minuti senza togliere il coperchio per evitare la fuoriuscita di vapore, elemento importantissimo per garantirvi una buona riuscita.

Spegnete il fornello e lasciatelo intiepidire all’interno della pentola chiusa.

Qualora optiate per il forno tradizionale, preriscaldatelo a 180°. Fate bollire l’acqua salata in un tegame. Versatela, quindi, nel recipiente dove avete messo il riso, copritelo con la stagnola e infornate per mezz’ora almeno.

Infine, se amate la velocità, servitevi del microonde. Sistemate riso ed acqua in una casseruola idonea all’elettrodomestico e cuocete alla massima potenza per 6 minuti. Prelevatelo, coprite con la pellicola specifica e azionate nuovamente per 15 minuti a media potenza. Lasciatelo intiepidire, quindi gustatelo. È fantastico in insalata, per un pranzo leggero, ma nutriente.

Si conserva per 4 giorni in frigorifero senza alterare aroma e proprietà nutritive.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...