Come risolvere tutti i vostri problemi, una volta per tutte, dormendo nella giusta posizione

Passiamo più di un terzo della nostra vita dormento (o almeno così dovrebbe essere). Il nostro riposo e la salute di tutto l’organismo dipendono direttamente dalla postura che assumiamo durante le ore notturne, mentre ci rigeneriamo distesi sul nostro comodo e caldo letto.

La posizione nel sonno è molto importante sia per il benessere del riposo stesso, sia per le conseguenze che colpiscono alcune parti del corpo, derivanti per l’appunto da una postura errata. Vediamo alcuni consigli per beneficiare al meglio del sonno.

Dolore alle spalle

Se soffriamo di un dolore alle spalle, il consiglio è di non dormire sul fianco – soprattutto su quello interessato da questo sintomo. Allo stesso modo non è consigliato dormire proni, ossia a pancia in giù, dato che in tal modo le spalle non potranno assumere una posizione corretta.

La migliore opzione è dormire sul dorso, in posizione supina, e di utilizzare un cucino sottile (o, ancor meglio, un cuscino ortopedico). Un altro piccolo trucco è quello di servirsi di un secondo cuscino da poggiare sul ventre ed abbracciare: le spalle si troveranno così in posizione corretta.

Se proprio non riusciamo a dormire supini, preferiamo in ogni caso il lato che non presenta alcun dolore, mentre lasciamo rilassare la spalla sofferente.

Mal di schiena

Qui si dovrebbe iniziare con il cambio di letto, scegliendo in particolare un materasso morbido che consenta alla schiena di mantenere la sua curva naturale.

La posizione migliore è anche in questo caso quella di dormire sulla schiena, mentre posizioneremo un cucino sotto le gambe, all’altezza delle ginocchia, per facilitare la postura naturale della colonna vertebrale e far rilassare i tendini. Altro suggerimento è di porre un asciugamano arrotolato sotto la schiena, nella parte inferiore.

Chi invece è abituato a dormire sul fianco dovrebbe preferire la posizione fetale, sollevando le gambe verso l’alto.

Dolore al collo

Per prevenire o non peggiorare il dolore al collo è necessario dormire sulla schiena, assicurandosi che il cuscino su cui poggiamo la testa raggiunga le spalle. Inoltre si consiglia di poggiare entrambe le braccia su altri due cuscini.

LEGGI ANCHE:  Problemi di stomaco: 5 rimedi fai da te per curarsi in modo naturale!

Quando il dolore colpisce il collo, scegliere il cuscino giusto è di fondamentale importanza: scegliamone uno ortopedico. Se siamo abituati a dormire sul fianco, assicuriamoci che il cuscino non sia troppo alto (non più di 15 centimetri); se dormiamo proni, usiamo invece un cuscino sottile.

Insonnia

In questi casi (ormai molto comuni) è molto difficile non mettere mano al computer o al cellulare, però bisogna fare uno sforzo. La luce emessa dallo schermo di questi dispositivi influisce profondamente sul ciclo del sonno, alterando il normale equilibrio luce-buio.

Altro sforzo necessario è quello di evitare l’assunzione di caffeina nelle 6 ore precedenti all’atteso momento del letto. In realtà non parliamo solo di caffè, ma di tutte quelle sostanze che contengono caffeina e altri elementi eccitanti, come le bibite gassate e quelle energetiche, il tè e il cioccolato.

Infine, ad aiutare molto il normale ciclo del sonno è l’esercizio fisico, che non dovrebbe mai mancare al mattino e alla sera. Non solo tonificheremo il corpo ma i suoi effetti benefici toccheranno anche la circolazione sanguigna e, appunto, l’efficacia del sonno.

Svegliarsi durante la notte

Svegliarsi durante la notte influisce in modo negativo sul nostro benessere. Per evitare ciò, ancora una volta consigliamo di evitare l’uso di dispositivi elettronici e l’assunzione di sostanze eccitanti, prima tra tutte l’alcool, che altera anche l’equilibrio idrico dell’organismo.

La temperatura della stanza dovrebbe aggirarsi tra i 20 e i 22 gradi.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...