Santo del Giorno 11 Maggio: Sant’Ignazio da Laconi

sant'ignazio da laconi

Sapete qual è il Santo del giorno 11 Maggio?

Volete scoprire con noi chi la Chiesa Cattolica celebra proprio oggi?

La risposta è Sant’Ignazio da Laconi, frate cappuccino vissuto nel XVIII secolo.

Vediamo chi era, per cosa si distinse in vita e perché è stato canonizzato.

Santo del giorno 11 Maggio: chi era Sant’Ignazio da Laconi

santo del giorno 11 maggio

Ignazio nacque nel 1701 a Laconi, un piccolo paese situato fra le montagne del Gennargentu, in Sardegna.

Fin da piccolo egli si mostrò profondamente religioso, sottoponendosi a digiuni e mortificazioni.

Non andò a scuola, non imparò mai a scrivere e parlò sempre il dialetto sardo.

A 20 anni, Ignazio si recò a Cagliari per chiedere di essere accolto nel Convento dei cappuccini di San Benedetto.

La sua salute era piuttosto cagionevole, ma i frati, vista anche la vocazione sincera e profonda del ragazzo, chiusero un occhio e gli concessero di diventare un loro fratello laico.

Trasferito in seguito nel convento di Iglesias, qui si dette da fare nello svolgimento dei servizi più umili e si dedicò con zelo alla questua nella zona del Sulcis.

Un amico e un fratello per tutti

Ovunque andò, Sant’Ignazio si fece benvolere dalla gente, che lo considerava un amico e, addirittura, un fratello.

Tutti i cagliaritani avevano bene impresso nella mente questo umile frate volenteroso che, bisaccia in spalla, girava per le strade e i vicoli della città per chiedere l’elemosina.

Sant’Ignazio era amichevole ed affabile con tutti, oltre che generoso con i poveri, ai quali donava sempre gran parte di ciò che riusciva a raccogliere.

Il religioso morì l’11 Maggio del 1781 lasciando una grande tristezza fra i suoi concittadini, che gli volevano bene ed erano sempre ben felici di incontrarlo sul loro cammino.

LEGGI ANCHE:  Oroscopo di Paolo Fox di oggi 8 marzo 2021

Per questo l’11 Maggio di ogni anno, la Chiesa celebra la figura di questo semplice frate cappuccino che è stato un esempio di vita spesa per Dio e per il prossimo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...