Scambia una bomboletta di poliuretano espanso con quella della lacca, una signora si presenta così al pronto soccorso

A volte, si sa, la fretta può giocare un brutto scherzo, ed è la storia di questa donna, che è dovuta correre al pronto soccorso per un motivo ben preciso. Noi donne siamo solite mettere la lacca nei capelli per fissare l’acconciatura al meglio. Un prodotto davvero utile, che ci consente di portare, magari, i boccoli per tutto il giorno, senza che il capello si afflosci. Be’, questo era ciò che aveva in mente la signora e che purtroppo l’ha portata all’Ospedale. Non si conoscono le generalità della donna: abbiamo solo una foto, e che foto!

Dobbiamo ammetterlo: l’espressione della signora ci fa sì sorridere, ma di certo la sua preoccupazione è percettibile. Lo sguardo corrucciato, il vestito sporco e i capelli… be’, i capelli immersi a causa della bomboletta di schiuma di poliuretano. Di certo, un’acconciatura stravagante e ben “fissata”. Forse un po’ troppo fissata.

Donna finisce all’ospedale: aveva scambiato una bomboletta di poliuretano per la lacca

Il poliuretano espanso non si può utilizzare in alcun modo per acconciare i capelli. Tuttalpiù è utilizzato per l’isolamento termico delle abitazioni. Avete presente quando vorreste isolare i vostri ambienti termicamente? O quando decidete di puntare sugli infissi più moderni per non permettere alla temperatura esterna di aumentare quella interna? Ecco. Ha usato esattamente questo.

Non possiamo nemmeno giudicare la donna, umanamente, perché a tutti noi, almeno una volta nella vita, è successo di confondere il sale con lo zucchero, o l’aceto bianco con l’acqua. Le due bombolette, in effetti, sono piuttosto simili. Una disattenzione che è costata cara alla donna e che adesso deve farne le spese. Non è nulla di irrimediabile, ma di certo lo spavento c’è stato. I medici si sono occupati di lei e tutto è tornato alla normalità, anche i suoi capelli (che però sono stati rasati).

LEGGI ANCHE:  7 prodotti che non comprerai mai più dopo aver saputo come sono fatti ...

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...