Scopri che succede se smetti di bere caffè

smettere di bere caffè

Scopri che succede se smetti di bere caffè

Se sei di quelle persone che alla mattina non riescono a carburare se prima non prendono il caffè, ciò di cui parliamo qui appresso potrebbe sembrarti fantascienza, ma sappi che smettere di prendere caffè si può. Qui di seguito ti mostriamo in particolare che succede quando decidi di rinunciare alla caffeina.

Smettere di bere caffè

Ora, smettere di bere caffè ha anche alcuni effetti collaterali non esattamente piacevoli, ma sappi che se decidi di dire addio alla tazzina i vantaggi di solito sono più numerosi degli svantaggi.

Scopri che succede se smetti di bere caffè

Gli effetti collaterali

Si diceva degli effetti spiacevoli. Se smetti di bere caffè all’improvviso, si possono manifestare una serie di effetti collaterali. Per esempio: mal di testa, difficoltà di concentrazione, stanchezza, aggressività, nervosismo, attacchi di fame.

È importante sottolineare che questi effetti sono temporanei e che possono essere attenuati se invece di smettere all’improvviso si adotta un approccio più graduale e si smette un po’ alla volta, diminuendo a poco a poco la quantità giornaliera della nostra “droga” preferita.

Per mal di testa e difficoltà di concentrazione di solito basta resistere una settimana. Il caffè stimola il rilascio di adrenalina e dopamina, che sono degli stimolanti naturali. Quando smetti di prenderlo, si libera invece molta adenosina, che induce al contrario una sensazione di stanchezza. La nota positiva è che dopo pochi giorni la stanchezza sparisce, soprattutto se, come si diceva, si adotta un abbandono graduale dell’abitudine al caffè.

A volte chi lascia il caffè può anche andare incontro a una leggera depressione, con associate anche una certa aggressività e la stanchezza di cui sopra. La buona notizia è che di solito tutto passa dopo una decina di giorni.

LEGGI ANCHE:  Errori alimentari! 3 cibi insospettabili da evitare durante la dieta. Quali?

Per quanto riguarda gli attacchi di fame, anche questi si spiegano, nel senso che il caffè agisce di solito come un soppressore della fame, per cui se si smette di prenderlo può esserci un temporaneo aumento dell’appetito, magari con “assalti” notturni al povero e indifeso frigorifero.

I benefici

Ma venendo ai benefici dell’addio alla caffeina, questi si possono riassumere così: si consuma meno zucchero (sempre che si abbia l’abitudine di prendere il caffè con lo zucchero); migliora la qualità del sonno; calano ansia e agitazione; migliorano i sintomi del colon irritabile, per chi ne soffre; migliora l’aspetto dei denti.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...