Scopri come sanificare la lavastoviglie quando fa caldo, è importantissimo!

scopri come sanificare la lavastoviglie lavastoviglie

Scopri come sanificare la lavastoviglie quando fa caldo

Scopri come sanificare la lavastoviglie quando fa caldo. La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici più utili e apprezzati. Per molti è ormai un aiuto imprescindibile. Come molti elettrodomestici, ci semplifica la vita, ma ci crea anche dei problemi nuovi ai quali magari non pensiamo spesso.

scopri come sanificare la lavastoviglie AdobeStock 41945000

Per esempio in che modo pulirla, soprattutto d’estate, quando è maggiore la possibilità che si sviluppino cattivi odori e/o muffe. Niente paura, qui appresso ti spieghiamo come fare.

Scopri come sanificare la lavastoviglie: le cose di cui tenere conto

La lavastoviglie andrebbe pulita almeno una volta al mese, in modo da evitare l’accumulo di calcare.

La pulizia comincia con la rimozione del filtro, che va pulito con una spugna imbevuta di detersivo per piatti, sciacquato per bene sotto acqua corrente e poi rimesso al suo posto. È importante anche pulire il suo alloggiamento.

Una spugnetta imbevuta di detersivo si userà anche per le guarnizioni dell’apparecchio.

In commercio ci sono molti prodotti pensati apposta per la pulizia della lavastoviglie, ma come “difetto” comune hanno quello di essere fatti con sostanze chimiche non esattamente innocue.

Ma niente paura, la pulizia la possiamo eseguire altrettanto bene con dei prodotti totalmente naturali che non danno problemi né a noi né all’ambiente.

Eccellenti alternative, per esempio, sono l’acido citrico e il bicarbonato.

La sanificazione con acido citrico

Puliti filtro e guarnizioni a lavastoviglie vuota, ci si versano dentro circa 200 millilitri di acido citrico e tre o quattro cucchiai di bicarbonato, poi si attiva un ciclo di ciclo di lavaggio per fare agire le due sostanze.

LEGGI ANCHE:  Trattamento anti age: ecco come eliminare le rughe profonde!

L’acido citrico è anti-calcare, ma funziona anche per eliminare odori fastidiosi: per esempio quelli di pesce, uova e aglio. Quanto al bicarbonato, ha un’azione sgrassante e deodorante.

Come sanificare l’interno della lavastoviglie

Le parti interne di questo apparecchio si possono pulire efficacemente con aceto e bicarbonato.

Con l’aceto

Una volta al mese è opportuno fare un lavaggio a vuoto della lavastoviglie. Per una pulizia più accurata, basta versare sul fondo un litro di aceto e far partire un ciclo completo di lavaggio alla temperatura più alta. L’effetto dell’aceto si può potenziare aggiungendo del succo di limone.

Per le macchie più ostinate il ciclo di lavaggio a vuoto potrebbe non bastare, in questi casi sarà necessario usare olio di gomito, nel senso che dovremo lavarle via passandoci sopra un panno imbevuto di aceto. Quest’ultimo va fatto agire per qualche minuto e poi si risciacqua. Asciugare bene per evitare le muffe.

Col bicarbonato

Aggiungere un po’ di bicarbonato a ogni ciclo di lavaggio potenzia l’azione della lavastoviglie, ma si può adoperare anche per pulire le guarnizioni.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...