se e verde la dieta AdobeStock 20990269

Se è “verde”, la dieta mediterranea fa perdere più peso!

Se è “verde”, la dieta mediterranea è ancora meglio

Da una ricerca internazionale condotta su un campione di quasi 300 persone emerge che se si priva la dieta mediterranea “classica” della sua componente proteica animale (insomma, se si fa a meno o si riduce molto il consumo di carne), i suoi benefici per la salute sarebbero ancora maggiori, soprattutto per il sistema cardiocircolatorio.

se e verde la dieta tomatoes mozzarella cheese basil spices gray slate stone chalkboard italian traditional caprese salad ingredients mediterranean food 120872 17598

La dieta mediterranea “normale” in effetti ammette anche moderate quantità di carne rossa e/o bianca. Gli scienziati che hanno condotto questo studio, però, sono arrivati alla conclusione che sostituendo la carne con delle proteine vegetali i benefici per la salute ne uscirebbero rafforzati.

Tre gruppi e 294 persone

Lo studio è stato condotto su 294 persone affette da obesità moderata e di abitudini sedentarie. L’età media degli uomini era di 51 anni.

Un primo gruppo ha ricevuto indicazioni su come migliorare l’attività fisica e informazioni di base su una dieta sana ed equilibrata.

A un secondo gruppo è stata impartita la stessa guida sull’attività fisica, con in più, però, delle indicazioni su una dieta mediterranea di tipo tradizionale, caratterizzata da pochi carboidrati.

A un terzo gruppo sono state impartite le stesse indicazioni, ma in aggiunta i soggetti che ne facevano parte hanno pure ricevuto ogni giorno tre o quattro tazze di tè verde e 28 grammi di noci; il loro menù includeva inoltre un etto di cubi congelati di Wolffia globosa, che è una lenticchia d’acqua ad alto tenore di proteine.

Al termine della ricerca gli studiosi hanno trovato che le persone che avevano consumato più proteine vegetali e meno carne (sia rossa che bianca) risultavano in condizioni migliori sia in termini di circolazione che di metabolismo.

LEGGI ANCHE:  Miele di tarassaco? La risposta vi sorprenderà! Ecco la ricetta!

L’indicazione che hanno ricavato dalla ricerca, in buona sostanza, è che il rischio cardiovascolare risulterebbe ancora più ridotto se nella dieta mediterranea si escludesse o limitasse l’apporto di carne.

La dieta Green Med

Questa dieta mediterranea modificata è stata chiamata “Green Med” e tra l’altro s’è visto che dopo sei mesi aveva permesso al gruppo che l’aveva seguita di perdere più peso rispetto agli altri soggetti della ricerca.

Al termine dello studio, infatti, il gruppo “dieta mediterranea verde” aveva infatti perso in totale sei chili e duecento grammi, mentre il gruppo “tradizionale” aveva lasciato per strada 5,4 chilogrammi e quello diciamo della “dieta sana” solo un chilo e mezzo.

Non solo. Il gruppo Green Med ha pure visto la maggior diminuzione del colesterolo LDL, quasi un quattro per cento.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!