Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Sono stati salvati più di 500 uccelli stipati in gabbie piccolissime. Erano in attesa di essere venduti come animali da compagnia

Pubblicità

La totale insensibilità alla sofferenza delle altre creature che mostrano certi individui è davvero sconvolgente.

Risultati immagini per Sono stati salvati più di 500 uccelli stipati in gabbie piccolissime. Erano in attesa di essere venduti come animali da compagnia

Non dovremmo meravigliarci mai di nulla, a questo mondo, ma di fronte alla crudeltà che certe persone mostrano verso gli animali viene da chiedersi come si comporterebbero, questi “signori”, se gli venisse data mano libera anche sugli esseri umani.

La notizia è stata data pochi giorni fa dal quotidiano indiano di lingua inglese Hindustan Times.

La Protezione animali di Calcutta è intervenuta in un quartiere centrale della città per salvare da un destino di atroce sofferenza più di cinquecento uccelli di varie specie che erano tenuti stipati fino all’inverosimile in gabbie piccolissime.

Fauna selvatica, commercio illegale di animali selvatici, uccelli

Pubblicità

Credit foto http://www.hindustantimes.com

Per lo più si trattava di pappagallini. Quando la Protezione animali è arrivata sul posto, molti di questi animali erano già morti, fiaccati dalle terribili condizioni in cui erano tenuti in vista della vendita come animali esotici. Vendita che tra l’altro sarebbe stata illegale, ovviamente.

L’operazione, articolata in due parti, ha condotto all’arresto di nove persone ed è stata condotta in collaborazione tra l’Ufficio per il controllo dei crimini contro la fauna selvatica e il Ministero dell’ambiente.

 

Nel primo raid sono state fermate sei persone e liberati 250 parrocchetti. Dopo il sequestro, le squadre che l’avevano attuato hanno ricevuto informazioni secondo cui i responsabili si erano spostati da un’altra parte per continuare il loro traffico orrendo.

Di qui un secondo raid, che ha portato al salvataggio di 300 uccelli. Tutti questi poveri animaletti sono stati affidati alle cure dei veterinari.

Negli ultimi anni la regione di Calcutta (Kolkata, secondo la nuova grafia), il Bengala occidentale, è diventata uno dei più importanti luoghi di transito e di traffico per il contrabbando di animali esotici sia di origine indiana che straniera.

Pubblicità

Sono animali dalla cui vendita illegale si ricavano lauti guadagni.


Potrebbe interessarti anche...