Spaghetti alla Pantesca: i trucchi per preparare il capolavoro siciliano

spaghetti alla pantesca il piatto 3

Gli spaghetti alla Pantesca sono un piatto tipico siciliano facilissimo da realizzare. Per la precisione la ricetta originale proviene da Pantelleria, un’isola ricca di profumi e sapori che regala dei capperi indimenticabili. Proprio loro saranno i protagonisti di questa chicca! 

Si preparano in un baleno e risolvono con gusto un pranzo o una cena, in famiglia o con gli amici di sempre.

Ma per una riuscita a regola d’arte, bisogna conoscere i trucchi segreti delle massaie del luogo.

Curiose di scoprirli con noi? Iniziamo!

spaghetti alla pantesca il piatto 3

Spaghetti alla Pantesca: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta procuratevi:

  • tonno sott’olio, 100 g
  • capperi di pantelleria, 40 g
  • pomodorini, q.b.
  • olive denocciolate, 30 g
  • olio extravergine d’oliva, q.b.

e ovviamente:

  • spaghetti, 320 g
  • acqua, q.b.
  • sale grosso, q.b.

Le dosi indicate soddisfano 4 persone.

Iniziate a tritare con la mezzaluna olive (30 g) e capperi (40 g), non siate troppo minuziose: tagliate grossolanamente in modo che possano conferire una certa consistenza.

Quello che dovete realizzare è una sorta di pesto corposo.

Sgocciolate il tonno (100 g) e sminuzzatelo con i rebbi di una forchetta.

Tagliate una manciata di pomodorini a spicchi.

Trasferite gli ingredienti in una ciotolina e mescolateli bene con un cucchiaio. Versate olio quanto basta per lavorare il tutto, in genere vi serviranno 5 o 6 cucchiai al massimo, questo consigliano le massaie, e sanno il fatto loro!

Ora lasciate insaporire bene, fuori dal frigorifero ovviamente, a temperatura ambiente.

Intanto, versate abbondante acqua in un tegame alto e capiente, aggiungete una manciata di sale grosso, mettete sul fornello e portate a bollore. Tuffate quindi gli spaghetti (320 g) e cuoceteli per un minuto meno rispetto al tempo indicato sulla confezione.

Nel mentre, mettete il pesto alla pantesca in una padella antiaderente, quindi aggiungete la pasta e saltatela con un cucchiaio di acqua di cottura, amalgamando bene il condimento.

LEGGI ANCHE:  Gelato artigianale senza zucchero e panna. Non tutti conoscono questa ricetta!

Servitela ancora calda e fumante, è una meraviglia!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...