Spazzola e capelli: 7 errori che facciamo senza accorgerci!

La salute dei capelli è importantissima e dipende, in gran parte, dalla spazzola! Non lo avreste mai detto, ma quel gesto che fate senza pensarci, a volte di fretta prima di uscire, può davvero rovinare la vostra chioma! Se non lo effettuate in maniera corretta, rischiate di spezzare le lunghezze o creare antipatici grovigli. Siete pronte a contare 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire sì, ma fatti bene? Iniziamo!

Spazzola

1. La spazzola sbagliata.

La spazzola è uno strumento importantissimo, ma una non vale l’altra. Dovete tenere conto del vostro tipo di capelli e del risultato che volete ottenere. Esistono differenti setole, manici, grandezze e forme. Ognuna ha una funzione precisa. Per districare e definire i ricci si possono usare quelle piccole, meglio ancora le dita. Se avete una chioma lunga scegliete una spazzola larga, se è corta utilizzatene una piatta e piccola. Evitate, in ogni caso e sempre, quelle di metallo che rompono i capelli e graffiano il cuoio capelluto.

2. Spazzolarvi poco.

Spazzolatevi a lungo: il movimento ripetuto permette agli oli naturali presenti sul cuoio capelluto di arrivare anche sulle lunghezze. Inoltre stimolerete la micro-circolazione, eliminerete le impurità accumulate durante la notte o il giorno e conferirete volume alla capigliatura. L’ideale sarebbe compiere quest’operazione per un minuto, ogni mattina ed ogni sera. Ricordatevi, anche se vi sembra inutile, di farlo anche prima della doccia. Districare prima dello shampoo eviterà i grovigli.

La spazzola

3. La direzione della spazzola.

Anche la direzione conta! Vi stupirete, ma dovreste partire dalla fine dei capelli per risalire gradualmente verso l’alto vicino al cuoio capelluto solo quando si saranno sciolti tutti i grovigli nella parte inferiore. Se iniziate dall’alto, scendendo per l’intera lunghezza la spazzola si bloccherà perché impatta con i nodi che incontra lungo il cammino. 

4. Cotonare i capelli in modo errato!

Quando vi cotonate, partite dalla radice, per forza! Ma così facendo, rischiate di rovinare i capelli in un punto importantissimo che non può essere tagliato come si fa con le doppie punte! Partite dall’inizio delle lunghezze e fate il movimento “avanti e indietro” dolcemente. Donate volume ai capelli in questo modo ogni tanto per un’occasione particolare, ma senza esagerare perché è molto facile provocare la rottura della fibra capillare.

LEGGI ANCHE:  Infuso di cannella e mela: accelera il metabolismo, abbassa il colesterolo e previene il raffreddore

5. Il pettine sbagliato!

Ciò che vale per la spazzola, deve essere esteso al pettine! Neppure loro sono tutti uguali: ad esempio, quelli con i denti molto vicini spesso rompono i capelli, invece di districarli! Quello a coda è il più adatto per fare la riga. I migliori sono di legno e a denti larghi, con loro non correte rischi!

 

6. Spazzolare con troppa forza.

I capelli sono molto delicati: per evitare di spezzarli e stressarli, spazzolateli con dolcezza, evitando gesti troppo vigorosi.

7. La spazzola sui capelli bagnati.

Iniziate a spazzolarvi appena uscite dalla doccia? Smettetela! La chioma madida d’acqua è molto più fragile, prendete le dovute precauzioni! I capelli bagnati assomigliano ad un elastico allentato e non hanno molta resistenza: tamponateli delicatamente senza sfregare. Strofinarli troppo energicamente rischia di irruvidire la cuticola. Avvolgete la capigliatura per circa 5 minuti in un turbante in microfibra: assorbirà l’umidità in eccesso. Per districare utilizzate sempre un balsamo e un pettine di legno! Ora conoscete i segreti per avere capelli sani e lucenti con 100 colpi di spazzola dati ne giusto modo, non vi resta che mettere in pratica tutti questi consigli!

La spazzola

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...