Stinco alla birra: la versione più golosa e tenera del mondo

stinco alla birra la versione 2

Lo stinco alla birra è uno dei secondi più sfiziosi che potete offrire alla vostra famiglia e ai vostri amici. Fa parte della cucina tradizionale tedesca, ma normalmente viene cotto alla griglia o sul girarrosto, ma in questa veste acquisisce una morbidezza talmente succulente da essere ineguagliabile. Accompagnatelo con un’insalatina di stagione e porterete in tavola un capolavoro di gusto!

Procuratevi quindi:

  • birra chiara, 700 ml
  • stinco di maiale, 2
  • cipolla, 1 piccola
  • rosmarino fresco, 2 rametti
  • ginepro, 1 manciata di bacche
  • sale, q.b.
  • pepe, q.b.
  • olio extravergine d’oliva, 5 cucchiaio

Prediligete la birra chiara, è meno amara e non interferisce con il sapore della carne.

Un’ultima raccomandazione è d’obbligo: cuocete il maialino a fiamma dolce per garantirvi una resa uniforme.

Curiose di scoprire come procedere? Iniziamo!

stinco alla birra la versione 2

Stinco alla birra: la preparazione

Marinate lo stinco per insaporirlo in maniera perfetta. Sistemate la carne in una teglia, aggiustate il sale e il pepe, massaggiate bene e a fondo l’intera superficie. Aggiungete un filo d’olio, le bacche di ginepro e i rametti di rosmarino. Affettate la cipolla e inseritela nella pirofila, quindi sigillate con la pellicola alimentare e riponete in frigorifero per un’ora.

Trascorso questo tempo, scaldate 3 cucchiai d’olio in un tegame antiaderente largo e capiente, quindi accendete il gas a fiamma dolce e rosolate gli stinchi, lentamente. Rigirateli continuamente servendovi di due mestoli di legno, per dorarli su ogni lato. Proseguite così per una ventina di minuti circa.

Versate ora 300 millilitri di birra sul fondo e continuate la cottura a fuoco basso, fate evaporare e restringere il sughetto, quindi unite altra birra, poca alla volta. Questo tipo di carne va irrorata spesso per garantirvi una resa morbida e non stopposa. Impiegherete circa 2 ore per ultimare il tutto, spegnete il gas e prelevate uno stinco alla volta. È arrivato il momento di sgrassarlo. Come? Semplicemente sollevando quella specie di “pellicola” trasparente che lo avvolge, servendovi di un cucchiaio.

LEGGI ANCHE:  Crostata di Natale: ricetta facile, con marmellata rossa e decori natalizi!

Irroratelo con il sughetto e servitelo ancora caldo.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...