Tieni il telefono vicino a te mentre dormi? Attenzione! Potrebbe succedere questo..

Quando i primi telefoni cellulari vennero messi sul mercato, chi ne aveva uno più che “cool” dava un’impressione quasi ridicola, dal momento era costretto ad andare in giro con un mattone legato alla cintura. Quei tempi sembrano oggi appartenere ad un passato lontanissimo: oggi non solo i cellulari sono sottilissimi, per di più la loro multifunzionalità li ha resi un oggetto necessario alla “sopravvivenza” nella società moderna.

carl

Fare un elenco di ogni singola funzione degli smartphone richiederebbe un’intera giornata, ma un’idea della loro utilità può essere colta semplicemente prendendo atto della realtà: sono sempre con noi, 24 ore su 24, e passano più tempo nelle nostre mani che nelle tasche. Eppure quello che quasi sempre tendiamo ad ignorare è il rischio al quale i cellulari ci espongono – e non si tratta solo di una questione di privacy.

Il primo fattore di rischio proviene dalla batteria. Oggi, essendo sfruttati fino all’osso, vi è la necessità di caricare i dispositivi almeno una volta al giorno. Ciò provoca progressivamente il rilascio di una sostanza nociva che emette radiazioni e influisce sulla nostra salute. L’istituto di ricerca Weizmann Institute of Science ha scoperto che bastano 15 minuti di utilizzo per esporre il nostro corpo alle suddette radiazioni, le quali sono in grado di alterare addirittura le cellule dell’organismo. Attenzione, perché questa non si tratta di un’ipotesi o di una teoria, ma di un dato di fatto accompagnato da una classifica dei cellulari più pericolosi.

Diciamoci la verità: per quanto pericolosi possano essere, si tratta di un rischio che oggi siamo disposti a correre. Dunque non resta che presentare alcuni suggerimenti affinché tale pericolo possa essere quantomeno alleviato.

LEGGI ANCHE:  Cattiva circolazione nelle gambe: ecco come puoi migliorarla in modo naturale

Chiamate

I cellulari sono fatti per telefonate brevi. Inoltre, quando la linea non è molto forte, bisogna evitare di telefonare, dal momento che le radiazioni aumenteranno di intensità per stabilire una connessione sufficientemente solida. A meno che non sia urgente, chiamiamo solo dove la copertura è migliore.

Vicinanza

Prima di tutto dovrebbe assolutamente evitarsi di dormire con al fianco il cellulare che, peraltro, poggiamo solitamente su un comodino molto vicino alla nostra testa. Quando invece siamo in giro, cerchiamo il modo per tenere il cellulare staccato dal corpo, ad esempio tenendolo all’interno di un sacchetto da portare in mano o nella borsa, evitando così il contatto diretto che scaturirebbe dal tenerlo nella tasca dei pantaloni. I neonati e i bambini nei primi anni di vita sono molto più sensibili alle radiazioni, per cui evitiamo di dare loro il telefono per giocare.

Questi consigli servono a ridurre sensibilmente il contatto con le radiazioni emesse dal dispositivo, tutelandosi così dai rischi che queste portano (cancro, infertilità, ecc.)

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...