Tiramisù alla stracciatella: con sole 120 calorie, senza savoiardi e mascarpone!

tiramisu alla stracciatella il semifreddo tiramisu straccia

Tiramisù alla stracciatella: il semifreddo light senza savoiardi e mascarpone

Tiramisù alla stracciatella: il semifreddo light senza savoiardi. La ricetta di oggi è un delizioso tiramisù alla stracciatella che si prepara in poco tempo e che non è neppure troppo complicato da “costruire”.

tiramisu alla stracciatella il semifreddo tiramisu straccia

 

Ottimo per le calde giornate estive che ci aspettano, ma ottimo anche per la dieta, dato che non contiene né mascarpone né savoiardi. Una porzione di questo dolce conta solo 120 calorie!

Lo potrete gustare sia la mattina a colazione che la sera nel dopo cena, ma la gradiranno anche i bambini a merenda.

Ma eccoci alla ricetta.

Gli ingredienti

Per sei porzioni (sei fette) gli ingredienti necessari sono: 300 grammi di ricotta light; 100 grammi di yogurt greco col 5 per cento di grassi; 18 pavesini al cacao; 20 grammi di gocce di cioccolato fondente (o scagliette, è uguale); 60 grammi di stevia (oppure 120 di zucchero normale, cioè semolato); cacao amaro in polvere q.b.; un goccio di caffellatte a temperatura ambiente in cui bagnare i pavesini (una ciotola va bene).

La preparazione

La prima cosa è unire stevia e ricotta light e poi lavorare entrambe per un minuto con una frusta elettrica.

Poi si aggiunge lo yogurt greco con una spatola e si ricomincia a lavorare di frusta elettrica: il composto dovrà acquistare la consistenza della panna e a quel punto si potranno aggiungere metà della gocce di cioccolato, sempre facendo andare la frusta elettrica.

Quindi si prende una pirofila (può andare bene la misura 20 x 20) e ci si adagiano in bell’ordine i pavesini, dopo averli pucciati nel nostro caffellatte.

LEGGI ANCHE:  Cotolette di pollo, zucchine e formaggio. Un piatto light ricco di gusto!

Il passo successivo è ovviamente stendere un primo strato della crema ricotta e yogurt che abbiamo preparato poco fa e poi di nuovo i pavesini imbevuti di caffellatte, e via così fino a che abbiamo finito gli ingredienti.

L’ultimo strato sarà di crema e come tocco finale andrà spolverato con una dose generosa di cacao amaro in polvere e con le gocce di cioccolato che rimanevano.

Dopodiché si mette in frigo per un paio d’ore.

Passate le due ore, non rimane che gustarvi questo meraviglioso e particolarissimo tiramisù alla ricotta e yogurt.

Buon appetito!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...