Tornare a mangiare al ristorante: ecco 6 errori da non commettere

Tornare a mangiare al ristorante si può! Certo, le cose sono un po’ cambiate ed i ristoratori hanno dovuto adeguarsi alle nuove regole dettate dal Coronavirus.

Prodotti igienizzanti un po’ ovunque, preferenza per le prenotazioni, distanza di un metro tra i commensali (salvo i conviventi), barriere fisiche in cassa e così via.

Un po’ di relax ce lo meriteremmo pure, diciamocelo. Tuttavia ci sono degli errori da evitare assolutamente se decidiamo di mangiare fuori. E ce lo dicono esperti nel settore della salute.

Tornare a mangiare al ristorante: i 6 errori da evitare

1. Mangiare con persone che non sono familiari conviventi.

Il motivo è ovvio. Con le persone conviventi non è necessario rispettare la distanza. Si potrebbe obiettare che magari un componente della famiglia sia stato a contatto con altre persone, per esempio al lavoro. Tuttavia sappiamo che ha rispettato ogni accorgimento di sicurezza e a casa ha provveduto ad eliminare ogni eventuale rischio di portare virus con sé.

2. Sedersi in un ristorante se si hanno apparenti sintomi influenzali, sia pure innocui.

Un sia pur banale raffreddore o mal di gola. Peggio ancora se si ha qualche decimo di febbre, che normalmente non impedisce il quotidiano. Magari avete un’allergia stagionale in corso. Voi sapete che non avete alcunché ma mettetevi nei panni degli altri.

tornare a mangiare al ristorante

3. Non controllare che il ristorante abbia tutte le precauzioni di sicurezza.

Assicuratevi sempre, sul sito, se il ristorante ne ha uno, o anche telefonando, che attui tutte le misure precauzionali di sicurezza nei suoi locali. Come per esempio misurare la temperatura all’ingresso. Ci sono zone in cui il Covid ancora miete vittime.

LEGGI ANCHE:  Actimel funziona davvero? Ecco cosa ci dice uno studio

E ancora:

4. Presentarsi senza prenotazione.

I ristoratori hanno dovuto adattare il numero dei tavoli in base alla distanza di sicurezza imposta. Il pretendere di sedersi appena si arriva potrebbe essere disatteso. Sarebbe almeno utile telefonare prima di andare per conoscere gli eventuali tempi di attesa.

5. Condividere cose e cibo.

E’ vero che il locale è sanificato ma, per esempio, il condimento cerchiamo di non passarlo da una persona all’altra. E se si vuole condividere del cibo dal proprio piatto o con la propria posata, chiediamo al cameriere di portarcelo già diviso in due piatti diversi.

6. Rimanere troppo tempo seduti dopo aver consumato il pasto oppure essere impazienti per l’arrivo dell’ordine.

Ricordatevi che più tempo si rimane in uno spazio comune più probabilità si hanno di entrare a contatto con il virus. Ed evitare di lamentarsi se non si viene serviti subito. Ricordiamoci che i ristoranti lavorano con personale e risorse ridotte, cercando di ricominciare dopo un periodo pessimo per il settore.

Per il resto, godetevi il relax!

Postilla

Le immagini presenti in questo articolo provengono da risorse gratuite del web. 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...