Un bagno di aceto per i tuoi piedi stanchi: scopri perché fa bene

pediluvio all'aceto

Un bagno di aceto per i tuoi piedi stanchi: scopri perché fa bene.

Tutti i giorni chiediamo molto ai nostri piedi. Ci portano dove vogliamo andare, spesso dentro scarpe strette e scomode. Non meraviglia che molti di noi la sera si ritrovino con vesciche, dolori vari e cattivo odore.

Per fortuna c’è un modo molto facile e semplice per dare sollievo alle nostre povere estremità: un bel pediluvio con acqua e aceto.

Scopri con noi perché questa soluzione ti fa bene.

Un bagno di aceto per i tuoi piedi stanchi: scopri perché fa bene

Intanto: perché l’aceto? L’aceto è in sostanza acido acetico diluito. Lo usiamo per cucinare e anche per pulire. E lo usiamo da sempre anche per i nostri poveri piedi.

C’è uno studio secondo il quale l’efficacia antifungina dell’aceto è addirittura maggiore di quella che possiedono certi conservanti alimentari, col vantaggio che l’aceto è del tutto naturale e sostanzialmente non ha effetti collaterali. Se poi i tuoi piedi sono già vittime dei funghi, s’è visto che l’aceto ne può rallentare la crescita.

Se soffri di diabete

Prima di leggere oltre, un’avvertenza importante. Se soffrite di diabete, non tenete conto di quanto state per leggere. Se avete problemi ai piedi, consultate il vostro medico, lui saprà consigliarvi al meglio.

Per il piede d’atleta

Il piede d’atleta è una condizione provocata da un fungo che colpisce le dita dei piedi, che appaiono arrossate e la cui pelle spesso si desquama. A volte ci sono anche bruciore e prurito. Per forme non troppo gravi di questa malattia un pediluvio all’aceto può essere molto efficace. Bagnate i piedi in una soluzione di acqua e aceto per dieci o quindici minuti al giorno fino a che l’infezione non si calma.

LEGGI ANCHE:  Alimenti autunnali che ti aiuteranno a perdere peso e a prenderti cura della tua salute

Per il cattivo odore

L’aceto ha anche un’efficacia disinfettante, il che può aiutare a eliminare o diminuire il cattivo odore che possono emanare i piedi, specie d’estate.

In questo caso, prima di mettere i piedi ammollo nel pediluvio è bene lavarli per bene con acqua e sapone.

Va detto che per rimediare al cattivo odore può anche essere utile indossare scarpe di cuoio o di tela: si tratta di calzature che permettono al piede di respirare, a differenza delle scarpe fatte con materiali plastici. Fanno bene anche calzini di cotone o di lana. Non sarebbe male, poi, stare senza scarpe quando siete in casa, meglio ancora a piedi nudi.

Un bagno nell’aceto può anche aiutare a disfarsi di verruche e calli. Questo perché l’aceto possiede anche una moderata efficacia esfoliante: se fate un pediluvio con l’aceto, poi può essere più facile limare le verruche e i calli.

Infine l’aceto può far bene anche nel caso di piedi dalla pelle secca e screpolata: in questo caso è bene usare acqua fredda. Il pediluvio va fatto di sera, dopodiché applicate una crema emolliente e poi vi mettete i calzini. Attenzione, però: bagnare troppo spesso i piedi può aumentare il problema anziché migliorarlo, quindi l’aceto va usato con relativa parsimonia.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...