Un po’ di lievito e amido in una padella e… il risultato è un’opera d’arte.

Chiunque abbia avuto figli è in grado di confermare l’impressionante velocità attraverso la quale crescono di giorno in giorno. La gioia dell’avere un neonato tra le braccia o quella del primo giorno di scuola trascorrerà in men che non si dica… per questo è importante produrre, durante i primi anni di vita, ricordi indelebili non solo nella memoria.

Un’idea molto romantica è quella di conservare le impronte delle loro piccole, dolci mani (o piedi)… che presto diverranno più grandi delle nostre! Per farlo bastano pochi euro, inoltre daremo a nostri bambini un modo creativo di divertirsi, stimolando la loro intelligenza.

Cosa serve

lievito per dolci 120g
amido 60g
acqua 180ml
colorante alimentare a scelta

Come realizzare le impronte delle mani

La procedura è veramente semplice. Prima di tutto versiamo i primi tre ingredienti (lievito, amido, acqua) in una ciotola e amalgamiamo bene. Il composto dovrebbe risultare abbastanza liquido.

Versiamo questo liquido in una padella e riscaldiamo a fuoco lento. Aggiungiamo il colorante alimentare e mescoliamo affinché tutto il composto assuma il suo colore.

Rimuoviamo la padella dal gioco e lasciamo raffreddare per circa 30 minuti.

Dopo questo periodo dovremmo avere una pasta modellabile, che potremo impastare e stendere tenendo conto delle dimensioni della mano da “stamparvi” sopra.

La pasta dovrà avere uno spessore di qualche centimetro, attenzione a non stenderla troppo!

Prendiamo la mano o il piede di nostro figlio (detta così appare un po’ aggressiva) e aiutiamo ad imprimere la loro impronta sulla nostra pasta.

Dopo questa operazione sarà necessario attendere una notte intera affinché l’impronta si asciughi bene. Infine potremo incollarla ad un quadro o impiegarla nel modo preferito.

LEGGI ANCHE:  Riciclo brick del latte o succhi di frutta: tantissime simpatiche decorazioni per la Pasqua

Non solo passerete un’oretta divertente ma, come ho detto prima, si tratta di un’attività che va a stimolare la creatività e l’intelligenza del bambino, quindi non esitiamo!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...