Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Una balena incinta muore intrappolata in una rete da pesca

Pubblicità

Pochi giorni fa una balena incinta è stata trovata morta dopo essersi spiaggiata su un’isola dell’arcipelago delle Orkney, in Scozia.

La causa della morte dell’animale – una “balenottera minore” (“balenoptaera acutorostrata”) – e del suo feto è una rete da pesca nella quale il cetaceo è rimasto intrappolato senza rimedio.

Pubblicità

Secondo i veterinari dello Smass (Scottish Marine Animal Stranding Scheme), un gruppo che si occupa per l’appunto di animali spiaggiati, il feto era quello di una femmina e la gravidanza era all’incirca arrivata al medio termine.

La rete è stata trovata incastrata tra i fanoni della balena, gli organi situati nella bocca che servono a filtrare l’acqua di mare per estrarne il plancton, che poi è l’alimento fondamentale di questi maestosi cetacei.

La carcassa della balena è stata trovata sull’isola di Sanday, una delle più grandi isole abitate nella parte orientale dell’arcipelago scozzese. Secondo gli esperti dello Smass, prima di incontrare la morte per mano dell’uomo la balena aveva goduto di buona salute.

La morte dell’animale è stata causata dal fatto che la rete intrappolata nei suoi fanoni ha impedito alla balenottera di nuotare e di alimentarsi normalmente. Sembra che le sue ultime ore di vita siano state molto dolorose e che il povero animale sia morto di asfissia sul bagnasciuga.

Secondo quanto lo Smass ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, costituiscono una minaccia per la vita dei cetacei non soltanto le cime abbandonate in mare, ma anche le reti, come dimostra per l’appunto quest’ultimo triste episodio in cui si sono perse due vite.

“A volte si tratta di incidenti – spiega lo Smass – ma altre volte le reti vengono buttate in mare deliberatamente e per questo comportamento non ci sono scuse”.

Pubblicità

Quest’ultimo episodio ne segue un altro in cui per fortuna le cose erano andate per il meglio. In quell’occasione si era trattato di un capodoglio, anche quello rimasto intrappolato nelle reti al largo della costa delle Orkney.

In quell’occasione però i pescatori si erano accorti di quanto era successo e avevano dato l’allarme a una squadra di soccorso che poi era riuscita a liberare l’animale.


Potrebbe interessarti anche...