Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Una donna pettegola mentre spia nella casa dei vicini rimane incastrata nelle inferriate per 5 ore

Pubblicità

“Curiosity killed the cat”. Ovvero “tanto va la gatta al lardo…”. Nel caso di una signora colombiana particolarmente ficcanaso, il detto si è rivelato quanto mai azzeccato.

Credit foto http://www.guardachevideo.it

Non che la signora ci abbia rimesso le penne, questo no, ma la faccia certamente sì.
Rimanere bloccati ed esposti al pubblico ludibrio per quasi cinque ore non fa piacere a nessuno ed è proprio quello che è successo a questa maldestra impicciona. Tanto più che poi le foto di quanto è successo sono state diffuse sui social.

Tu chiamalo, se vuoi, karma.

Pubblicità

È successo nella città colombiana di La Virginia. Una vicina particolarmente invadente s’è accorta che nella casa dirimpetto si stava discutendo animatamente e così si è avvicinata alla porta-finestra per saperne un po’ di più.

Per saperne molto di più, in effetti. Al punto che, non contenta di quanto riusciva a captare stando davanti alla finestra, la signora ha pensato bene di infilare la testa tra le sbarre dell’inferriata che la proteggeva.

Ascoltato tutto quello che voleva, per la signora la brutta sorpresa è arrivata quando ha fatto per tirare fuori la testa da dentro l’inferriata: la capoccia infatti le è rimasta incastrata.
Figuratevi la scena: una signora adulta bloccata davanti a una finestra altrui e con le spalle alla strada.

È facile immaginare che per un po’ la poveretta avrà cercato di disincagliarsi da sola, sapendo bene che se avesse chiamato aiuto si sarebbe esposta a una figuraccia epica.
Ben presto però si è arresa all’evidenza: non era possibile liberarsi da quelle sbarre senza l’aiuto di qualcuno.
Così deve aver gridato “Aiuto!” con tutto il fiato che aveva. Il resto e storia. Nel senso che dopo un po’ sono arrivati i vigili del fuoco, la polizia e i paramedici.

Tutti quanti naturalmente sono riusciti a liberare la signora, ma, come dire, per farlo se la sono presa un po’ comoda.
Ci hanno messo infatti cinque ore buone per liberare la pettegola e viene da pensare che magari abbiano voluto dare una indimenticabile lezione alla sfortunata ficcanaso.


Potrebbe interessarti anche...