Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Una mamma mostra al marito, attraverso alcuni disegni, perché è tanto stanca

Pubblicità

A volte le parole non bastano a far capire le proprie idee e punti di vista e così ci si deve affidare ai disegni. Soprattutto se il nostro destinatario fa finta di non capire, come è spesso il caso dei mariti quando le loro povere mogli si lamentano per lo stress da superlavoro e preoccupazioni.

La protagonista di questa curiosa notizia si chiama Mattea Goff ed è moglie e madre di due bambini.

Pubblicità

Negli ultimi tempi suo marito Kris non riusciva a capire perché lei fosse sempre così esausta, la mattina. Per fargli entrare nella zucca il perché di quella stanchezza, e magari anche per chiedergli una mano, Mattea a un certo punto ha deciso di illustrare letteralmente il suo punto di vista: proprio con delle immagini, cioè.

fonte immagine

“Mio marito è un tipo fantastico, ma qualche volta se nelle cose non ci passi, non capisci”, ha spiegato Mattea a BuzzFeed.

Aggiunge la ragazza: “Gli avevo regalato dei disegni già prima, ma questo particolare gruppo di schizzi è nato dalla mia insonnia e dalla voglia di rendere finalmente chiara la mia opinione”.

fonte immagine

Pubblicità

Ma non solo. Poiché immaginava, giustamente, che ci fossero anche altre donne nella sua stessa situazione, Mattea ha pensato che sarebbe stata una buona cosa diffondere i suoi disegni su Facebook, nel tentativo di sensibilizzare i mariti indifferenti.

Beh, aveva ragione. Il suo post ha infatti raggiunto la bellezza di più di 155mila like ed è stato condiviso da più di 200mila persone.

fonte immagine

“Quando ho dato i disegni a mio marito – spiega ancora Mattea – lui ha pensato che fossero proprio divertenti, ma il successo avuto su Facebook ci ha sorpreso davvero!”.

fonte immagine

“Credo che questi disegni abbiano incontrato molta approvazione perché illustrano bene la situazione in cui si trovano molte mamme come me”, ha commentato infine l’intraprendente Mattea.

fonte immagine

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...