Una Vita, anticipazioni 18-24 maggio: Lucìa segregata in casa. Ramòn aiuterà Felipe a riprendersi

Eccoci alle anticipazioni settimanali di “Una Vita” (Acacias 38). Cos’accadrà da lunedì 18 al domenica 24 maggio? Prima di tutto Cinta ruberà una lettera inviata dal collegio, in modo che i suoi genitori, Bellita e Josè, non riescano a leggerla. Intanto si vedrà più volte con un uomo misterioso: di chi si tratterà? La giovane tra l’altro nasconde un altro segreto.

Lucìa è sempre più sottomessa dal marito Eduardo, che arriverà a chiuderla in casa, pur di non farla incontrare con l’amato Telmo. Interviene la governante Ursula, che per il bene dell’Alvarado, si recherà dall’ex sacerdote per chiedergli di non avvicinarsi più alla sua padrona e a Mateo. Così l’uomo, pensando che Lucìa non lo ami più, fa per andarsene, ma viene fermato dal bambino.

Intanto Ramòn decide di non partire più per Parigi con la piccola Milagros dopo la morte di Trini e cerca di aiutare Felipe, vedovo di Celia, a rimettersi in sesto.

Infine Genoveva darà ancora scandalo di fronte agli abitanti del quartiere, che già non l’accettano. Cosa farà?

Una Vita, anticipazioni 18-24 maggio: Lucìa segregata in casa. Ramòn aiuterà Felipe a riprendersi

Settimana prossima vedremo Cinta scappare di casa ingannando Arantxa, che l’accuserà di aver mentito ai suoi genitori. Inoltre distruggerà, perché loro non la leggano, una lettera proveniente dal collegio e frequenterà un uomo misterioso, ma Arantxa la scoprirà.

Eduardo minaccerà Lucìa perché non veda più Telmo. Ramòn chiederà ad Emilio (figlio della ristoratrice Felicia e fratello di Camino), di non vendere più alcolici a Felipe, il quale, inconsolabile per la morte di Celia, continua a bere. Liberto andrà da lui per parlargli, ma questi lo caccerà da casa sua.

Ursula chiederà a Telmo di stare lontano da Mateo e di andarsene da Acacias per la tranquillità di tutti, visto come si sta mettendo tra Lucìa ed Eduardo. L’ex prete accetta, ma il bambino (che poi lui saprà con certezza essere suo figlio) lo ferma e l’uomo torna sui suoi passi.

Genoveva, ubriaca, con una bottiglia di vetro in mano e in sottoveste, farà una sceneggiata dal balcone davanti ad alcuni vicini, i quali, la stanno guardando per strada. L’ex prostituta dirà che, avendo sposato Samuel, quella casa è diventata anche sua e può fare quello che vuole!

A un certo punto, però, farà accidentalmente cadere la bottiglia addosso a Rosina, moglie di Liberto, e la ferirà: la donna sarà molto dolorante e provata, ma la giovane sarà troppo ubriaca per rendersene conto e minimizzerà l’accaduto. Ciò, ovviamente, farà irritare Samuel, che trascinerà dentro la moglie. L’Alday si scuserà con Liberto, ma ciò non eviterà l’arresto di Genoveva.

Cinta confesserà ad Arantxa il desiderio di fare l’artista e cercherà di prendere tutte le lettere che arrivano dal collegio; ma una verrà scoperta dal padre Josè, che la leggerà.

Marcelina vuole a tutti i costi un figlio dal marito Jacinto. Ramòn si reca da Felipe per dirgli che intende andarsene da Acacias, ma l’avvocato lo minaccia con un paio di forbici (lo ritiene ancora responsabile della morte di Celia).

Augustina riesce fortunatamente a dividerli.

Bellita e José scoprono che Cinta è stata espulsa dal collegio e che ha mentito a tutti. Ursula fa sapere a Lucìa che Telmo è voluto rimanere e l’Alvarado entra in crisi, perché è ancora innamorata di lui, ma vuole placare Eduardo ed avere un po’ di pace.

Infine Samuel chiede a Liberto di fare in modo che Rosina e Susana ritirino la denuncia contro Genoveva. Le sorprese di “Acacias 38” continuano!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...