Unorthodox Netflix: riprendere la vita in mano. Trama, cast e curiosità.

Quando la vita non è come vogliamo e decidiamo di riprenderla in mano.
“Unorthodox” Netflix è una miniserie, composta da quattro puntate, pubblicata il 26 marzo 2020 ed è basata sul libro autobiografico “Ex ortodossa. Il rifiuto scandaloso delle mie radici chassidichedi Deborah Feldman.

Unorthodox Netflix: la trama.

Esther Shapiro, soprannominata “Esty”, è una ragazza di 19 anni nata e cresciuta nella comunità chassidica di Williamsburg, un quartiere di Brooklyn.
Questa comunità è caratterizzata da regole ben serrate nei confronti delle donne, ad esempio non possono praticare il canto, non possono suonare uno strumento o leggere. Devono dedicare la giornata al benessere del  marito, della casa e lo scopo della loro vita è quello di concepire dei figli.

Esty si sposa giovane, un matrimonio combinato con Yanky dopo una lunga preparazione rigida alla vita coniugale. Da questo momento si renderà conto che non sta vivendo la vita da lei scelta. Vive sotto la pressione della suocera che vuole avere dei nipoti ma Esty, a causa del vaginismo, non riesce ad avere rapporti sessuali col proprio marito.
Le regole alle quali ha sempre dovuto sottostare, tra cui la rasatura a zero dei propri capelli, iniziano a pesare su questa giovane ragazza che decide, con grande forza interiore e grazie ad una sua amica, di fuggire da tutti e da tutto per costruire il futuro che sogna.
Ma il passato ha deciso di raggiungerla…

Unorthodox: il cast.

Un cast, non molto noto, composto da talentuosi attori come Shira Hass nei panni nella protagonista e Amit Rahav in quelli di Yanky Shapiro, suo marito.
Altri attori presenti nel cast sono Jeff Wilbusch, Ronit Asheri, Dina Doronne, Alex Reid e Delia Mayer.

LEGGI ANCHE:  Migliori film romantici 2020: la nostra classifica dei top 5!

Alla regia troviamo Maria Schrader mentre alla sceneggiatura Anna Winger e Alexa Karolinski.

Unorthodox: le curiosità.

  • Unorthodox è la prima miniserie Netflix recitata quasi esclusivamente in yiddish, la lingua degli ebrei aschenaziti e in parte in inglese.
    È stata girate tra New York e Berlino.
  • Tutt’oggi a Williamsburg, in Brooklyn, è presente la comunità chassidica nella quale è cresciuta Deborah Feldman.
  • Le donne della comunità, come si può vedere anche con Esty, dopo il matrimonio non possono più mostrare i loro veri capelli, quindi sono costrette ad indossare una parrucca castana con dei ricci.Gli uomini indossano sempre un abito nero con camicia bianca, mentre le donne gonne lunghe e maglie con maniche sempre lunghe perchè non posso mostrare le loro forme.

Unorthodox: le nostre considerazioni.

L’intensa interpretazione degli attori protagonisti vi farà avvicinare a questi personaggi sempre di più. Una storia da non dover perdere, piena di forza e speranza, che vi terrà vicine a Esty per tutto il suo viaggio.

Ancora una volta Netflix ci dà la prova che le sue miniserie sono prodotti davvero validi e affascinanti!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...