Uova di Pasqua CALAMITE con Pasta. Semplicemente deliziosi!

Continua la nostra rassegna dei metodi più originale per realizzare decorazioni per la Pasqua, e questa volta vedremo come creare con le nostre mani delle bellissime calamite da fissare al frigorifero, a forma di uova e con la pasta!

Risultati immagini per Uova di Pasqua CALAMITE con Pasta

Diamo un’occhiata al tutorial per osservare la preparazione delle calamite con la pasta passo per passo!

Questo lavoretto fai da te è davvero molto semplice ed economico.

Per realizzare le uova-calamita serve infatti del gesso per calchi al costo di poco più di un ero per un chilo di polvere, uno stampo a forma di uovo (oppure, come consigliato dall’autrice del video, possiamo utilizzare gli involucri del Kinder Merendero), della colla trasparente, alcuni formati di pasta di taglio piccolo, colori acrilici a scelta e, infine, le calamite.

La procedura non ha nulla di complicato. Basterà preparare il gesso diluendolo con dell’acqua e versarlo negli stampini a forma di uova, quindi attendere diverse ore. Quando ci saremo assicurati che il gesso è completamente asciutto possiamo provvedere all’estrazione dagli stampini. Se abbiamo dubbi circa la loro consistenza, lasciamo riposare ancora altrimenti rovineremo tutto.

Ora mettiamo a portata di mano la pasta, in diversi formati ma tutti piccoli, e pensiamo ad un design da ricreare sulla calamita. Proviamolo prima di incollare, semplicemente disponendo la pasta sul tavolo per ricreare il pattern a cui abbiamo pensato.

Quando saremo abbastanza soddisfatti passiamo alla colla. Applichiamo sull’uovo di gesso la parte da ricoprire e subito dopo fissiamo la pasta. Non facciamo l’errore di ricoprire tutto l’uovo di colla in un solo colpo, procediamo invece per pezzi.

Attendiamo che si asciughi tutto prima di procedere alla decorazione attraverso i colori. Possiamo decorarli a mano o velocemente con una bomboletta spray.

LEGGI ANCHE:  Fiori di cera: come fare per una splendida fioritura, belli da sembrare finti

Infine non resta altro da fare che incollare una calamita abbastanza resistente (non vuol dire una calamità di grandi dimensioni, bensì una calmata di qualità). Buon lavoro!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...