Vitamina B12 sintomi neurologici: 25 sintomi assolutamente da non sottovalutare

Vitamina B12 cosa è e a cosa serve

La Vitamina B12 (Cobalamina) è una vitamina idrosolubile che l’organismo non è capace di accumulare pertanto è necessario assumerla attraverso l’alimentazione o l’integrazione.

Serve a produrre i globuli rossi e a formare il midollo osseo ed inoltre serve a metabolizzare gli amminoacidi, gli acidi nucleici (al pari dell’acido folico) e gli acidi grassi.

Dove troviamo la Vitamina B12

La Vitamina B12 è contenuta nella carne (e derivati), nel pesce (compresi molluschi e crostacei) ed inoltre nel fegato, nel tuorlo d’uovo, nel parmigiano e nel latte. Si trova anche in alcune alghe, sebbene in bassissime quantità.

Il fabbisogno giornaliero di Vit. B12 è pari a 2-2,4 microgrammi.

Carenza da Vit. B12

Una dieta vegetariana o vegana espone senza dubbio alla carenza di Vitamina B12.  Questa carenza può determinare disturbi del sistema nervoso, l’anemia perniciosa (cattiva produzione di cellule del sangue) e un cattivo funzionamento dei meccanismi di assorbimento a livello intestinale.

 

25 sintomi da carenza Vit. B12

Gravi:

  1. Anemia Megaloblastica (esattamente come quella derivata dall’assenza di folati);
  2. Alterazioni neurologiche (a volte irreversibili): parestesie, alterazioni dell’equilibrio con conseguente difficoltà nel camminare e polineurite. Degenerazione midollare;
  3. Alterazioni gastrointestinali: nausea, dispepsia, glossite, dolori addominali;
  4. Alterazioni del sistema immunitario;
  5. Iperomocisteinemia: espone al rischio di malattie cardio-cerebrovascolari, causa di osteoporosi, depressione, declino cognitivo e spesso<demenza negli anziani;
  6. Nelle donne incinte: difetti del tubo neurale e spesso aborto spontaneo;E ancora:
  7. Debolezza e fatica;
  8. Mancanza di fiato;
  9. Mal di testa;
  10. Formicolii alle estremità;
  11. Nervosismo e irritabilità;
  12. Perdita di memoria o difficoltà di apprendimento;
  13. Insonnia;
  14. Stati confusionali;
  15. Psicosi;
  16. Allucinazioni;
  17. Anemia;
  18. Pallore;
  19. Vista ridotta;
  20. Lingua infiammata o gonfia;
  21. Gastrite atrofica;
  22. Morbo di Crohn;
  23. Celiachia;
  24. Infezioni batteriche e parassitarie;
  25. Malattie autoimmuni.
LEGGI ANCHE:  Natale: chi decora la casa in anticipo è più felice. Lo conferma uno studio

La maggior parte dei sintomi sopra elencati non vengono subito associati alla carenza della cobalamina, per questo motivo è fondamentale fare degli esami del sangue e per primo Il dosaggio diretto della Vitamina B12. Successivamente è consigliabile effettuare un emocromo completo ed inoltre l’esame dell’omocisteina, dell’acido metilmalonico (MMA) e della olotranscobalamina.

La valutazione di MMA e olotranscobalamina è importantissima perché sono proprio i valori di B12 attiva.

 

Articolo revisionato Dalla Biologa Nutrizionista Maria Di Bianco

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...