Zenzero: è semplicissimo coltivarlo in casa, basta fare così!

zenzero e semplicissimo coltivarlo in coltivare lo zenzero in casa

Zenzero: è semplicissimo coltivarlo in casa, basta fare così!

Le proprietà dello zenzero sono davvero note e tutti, lo si può trovare sotto forma di polvere ma il massimo, sia in termini di proprietà che di sapore lo concede la radice fresca. Per averlo sempre a disposizione perché non proviamo a coltivarlo in casa? E’ davvero molto semplice, dovremmo riuscirci anche se non abbiamo il pollice verde.

zenzero e semplicissimo coltivarlo in coltivare lo zenzero in casa

Come scegliere lo zenzero per avviare una coltivazione in casa

Per iniziare la nostra coltivazione, dobbiamo acquistare una radice di zenzero biologica. Scegliamone una che non abbia ammaccature o eccessive rugosità ed accertiamoci che sia fresco. Verifichiamo anche che siano presenti i cosiddetti “occhi” ovvero dei puntini verdi che spuntano dalle protuberanze della radice.

Prepariamo la radice di zenzero per coltivarla

Il primo passo per ottenere più piante di zenzero da una sola radice acquistata è tagliarla. Tagliamo la radice, ad una dimensione di circa 3 centimetri, assicuriamoci che in ogni pezzo siano presenti gli “occhi”. Le parti che non li contengono le utilizzeremo per le nostre ricette in attesa che cresca la nostra personale pianta.

Mettiamo a riposare le parti che abbiamo scelto in un luogo buio e lontano dall’umidità per tre giorni.

Piantiamo la radice acquistata

Quando sarà trascorso il tempo, prendiamo un vaso di circa 35 centimetri di diametro con una profondità di almeno 20 centimetri, assicuriamoci che sia forato sul fondo.

Riempiamolo di terriccio leggermente acido e inseriamo i pezzi di zenzero con le protuberanze rivolte verso l’alto, ad una profondità di dieci centimetri. Possiamo posizionarne fino a tre ben distanziati tra loro. Poniamo il vaso alla luce del sole, nelle prime ore del mattino ma non esponiamolo mai a basse temperature, è una pianta tropicale e teme il freddo. Dobbiamo quindi tenerla in casa fino a che le temperature non diventano davvero miti. Manteniamola innaffiata senza però creare ristagni d’acqua la terra deve essere sempre umida. Dopo alcuni giorni dovremo già vedere comparire i primi germogli.

LEGGI ANCHE:  Lo shampoo che accelera la crescita dei capelli: ecco la ricetta fai da te!

Quando possiamo consumare lo zenzero che abbiamo coltivato

Lo zenzero piantato a marzo, perderà i suoi rami verso settembre, da quel momento in poi può essere consumato ma, se abbiamo la pazienza di aspettare qualche mese in più, il suo sapore sarà molto più intenso.

Forza, muniamoci di vasi e un po’ di buona volontà e coltiviamo il nostro zenzero in casa.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...