Crostata Tricolore: il dolce goloso e ricco per la Festa della Liberazione!

La Crostata Tricolore si presta ad essere il dolce perfetto per la Festa della Liberazione. Quest’anno cade molto vicina alle feste pasquali, così nella nostra crostata metteremo una crema di ricotta, per rendere omaggio anche alla Pasqua passata.

Crostata Tricolore, come si prepara:

Crostata Tricolore

Per la pasta frolla veloce e senza uova:

  • Farina, 150 g
  • Burro a pezzetti, 75 g
  • Acqua, 50 g
  • Zucchero vanigliato (o estratto di vaniglia), ½ cucchiaino
  • Sale, un pizzico

Impastate tutti gli ingredienti per la frolla ed una volta ottenuto il panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciate in frigo per 15 minuti. Trascorsi i 15 minuti, prendete il panetto e lavoratelo col mattarello su un piano leggermente infarinato per ottenere un disco. Rivestite quindi la teglia con il disco di frolla e bucherellate la base.

Per la crema pasticcera veloce:

  • Zucchero, 100 g
  • Farina, 40 g
  • Latte, 500 g
  • Uova, 2 (da circa 60 g)
  • Zucchero vanigliato (o estratto di vaniglia), ½ cucchiaino oppure 1 pezzo di scorza di limone

Fate riscaldare il latte e montate le uova con lo zucchero. Incorporate gli altri ingredienti e aggiungetevi il latte caldo quindi amalgamate riportando sul fuoco e mescolando fino ad ottenere la crema.

Per la crema di ricotta:

  • Ricotta vaccina, 200 g
  • Crema pasticcera (raffreddata), 300 g
  • Zucchero, 60 g
  • Uovo, 1
  • Cioccolato a scaglie (facoltativo)

Alla crema pasticcera aggiungete la ricotta, lo zucchero e l’uovo. Lavorate bene per amalgamare tutto. In questa fase potete anche mettere nella crema di ricotta le scaglie di cioccolato.

Per la farcitura:

Fragole, Kiwi e banane tagliate a rondelle.

A questo punto preriscaldate il forno ventilato a 180°.

Riempite la teglia foderata di pasta frolla con la crema di ricotta ed infornate a 180° (ventilato) per 30 minuti (anche a 200° se statico, per 25 minuti) o quanto meno finché non si dora.

LEGGI ANCHE:  4 ingredienti furbi per sostituire le uova nella pasta frolla

Una volta pronta e raffreddata non vi resta che farcire la vostra crostata con le fragole, i kiwi e le banane per creare la bandiera italiana! Mettete in frigo per un’oretta o due e sarà perfetta.

Crostata Tricolore

Buon fine pasto!

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!