Ficus se fai così lo moltiplichi all’infinito e non ti costa nulla! E’ facilissimo!

ficus 2 incredibili tecniche per ficus 3

Ti piace molto la pianta di Ficus elastica ma non sai come moltiplicarla?

Eccoti servita! In quest’articolo di suggeriremo delle tecniche davvero strabilianti e assolutamente semplici da attuare per ottenere più piante di ficus da un solo esemplare.

Ma vediamo nel dettaglio!

8nkqusi6rmq

Ficus elastica: ecco come moltiplicarlo

Il primo metodo consente nella propagazione tramite fogliolina. Quindi, sarà necessario servirsi di una pianta matura, sana e forte, da cui attingere. Selezioniamo e quindi preleviamo delle foglioline, stando attenti a che siano integre: non devono presentare, cioè, eventuali parassiti o presenza di funghi o batteri.

Trovata la foglia adatta del nostro Ficus, dovremo andare alla base e staccarla via di netto. A questo punto, prendiamo un bicchiere e riempiamolo d’acqua quasi fino all’orlo. La fogliolina va inserita all’interno e posizioniamo il tutto dove c’è possibilità di luce, ma non raggi del sole diretti.

E’ importante il fatto che l’acqua sia sempre presente. Dopo una ventina di giorni, si può notare come l’apparato radicale stia già nascendo. Dopo 45 giorni, dalla foglia possiamo notare molte radici che potranno sostenere la crescita.

Quando noteremo i primi germogli, allora sarà necessario effettuare il travaso: scegliamo un vaso in terracotta più grande, riempiendolo di torba di buona qualità. Fate attenzione a non rompere le radici. Una volta riempito il tutto, bagnare la terra abbondantemente. Dopo quasi due mesi, il piccolo germoglio sarà diventato più grande e da qui nascerà la piantina

Metodo alternativo

C’è poi un altro metodo, ovvero quello della propagazione tramite rametto. In questo caso dobbiamo essere attenti ad una serie di cose. In primis, l’età della pianta di Ficus dalla quale stiamo prendendo il ramo: non dovrà essere troppo vecchia (minimo 1 e massimo 2 anni).

LEGGI ANCHE:  Ortensie, versi un solo bicchiere di aceto nel vaso e in 24 ore i primi risultati!

La parte migliore è quella centrale, quindi. Anche il diametro è essenziale: dobbiamo scegliere un ramo di diametro non inferiore ad un centimetro. Sfruttiamo una cesoia che sia ben sterilizzata e tagliente. Potremo ottenere tante talee quanti sono i rametti.

Ricordiamoci sempre di tagliare in diagonale, sotto l’internodo. Riempiamo un bicchiere di acqua e posizioniamo i rametti: dopo una ventina di giorni noteremo le radici in fase embrionale e dei germogli. Dopo un mesetto, il germoglio sarà sicuramente più visibile e grande.

Dopo due mesi, la talea sarà perfetta: il germoglio sarà di circa 10 cm e le radici molto consistenti. Spostiamo il tutto, quindi, in un vaso con diametro di almeno 10 cm e andiamo a posizionare la talea nel vaso delicatamente. Riempiamo il vaso con altro terreno ed il gioco è fatto!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...