I bambini hanno bisogno di stare meno ore al tablet e di usare più strumenti musicali

Ti alzi e guardi Whatsapp. Fai colazione su Facebook e Twitter. Poi, vai su Instagram su youtube per vedere gli ultimi video divertenti e nel bel mezzo della giornata, perché non giocare a quel gioco che ami? Queste azioni potrebbero essere firmate da un bambino, un quindicenne, un venticinquenne, un trentacinquenne o un quarantacinquenne. La tecnologia è una parte fondamentale delle nostre vite. I bambini e gli adulti sono iperconnessi: ci informiamo, ci divertiamo e ci relazioniamo attraverso di esso, ma dobbiamo essere consapevoli di quando passiamo da un uso responsabile e normale ad abusarne.

Crediti immagine

Il 30% dei bambini ha un cellulare o almeno un dispositivo tecnologico a 5-8 anni e il 70% a 10-12, anche se gli esperti raccomandano che i bambini abbiano il loro primo dispositivo dopo i 12 anni. Inoltre, un bambino su tre trascorre in media tre ore al giorno collegato a Internet, secondo i dati UNIR raccolti dal web For a Love use of technology,  attraverso il quale Orange vuole sensibilizzare bambini e adulti sull’importanza dell’uso Sicuro e responsabile per le nuove tecnologie.

Le prime indicazioni che il nostro bambino può essere dipendente dalla tecnologia possono essere trovate nella necessità di essere connessi il più a lungo possibile per sentirsi soddisfatti. Se non lo fa, si sente depresso, nervoso o arrabbiato, e gli stati d’animo scompaiono quando usa di nuovo la tecnologia. Se non riesce a controllare il tempo trascorso con i dispositivi, ha lasciato da parte altri compiti e obblighi o preferisce le relazioni online, forse vostro figlio ha un problema di dipendenza dai dispositivi mobile.

 

Se rileviamo che nostro figlio fa un uso abusivo di dispositivi tecnologici, la soluzione non sarà mai impedirgli di connettersi. Quello che dobbiamo veramente fare è aiutarli a disimparare quell’abitudine, cercando di avvicinare il bambino alla musica già da piccolissimi. In questo, le arti, e la musica in particolare, possono dare un grande aiuto. Bisogna intervenire da subito, prima che sia troppo tardi.

I bambini hanno bisogno di stare meno ore al tablet e di usare più strumenti musicali

Si è sempre detto che la musica è in grado di migliorare la capacità di attenzione e la stimolazione della memoria dei bambini. Numerosi specialisti raccomandano già che i genitori abituino i propri figli ad ascoltare la musica prima della nascita, poiché in questo modo otterranno che il feto goda di un riposo più piacevole .

LEGGI ANCHE:  Oroscopo di Paolo Fox di oggi 15 maggio 2021

Crediti immagine

Proprio nella stimolazione del bambino, il loro sviluppo sociale ed emotivo viene migliorato in modo tale da fornire l’equilibrio perfetto di cui hanno bisogno. Ed è che la musica non solo stimola i sensi, ma rende anche i bambini relazionati meglio con gli altri e comunicano tra loro in un modo migliore.

Motore per le emozioni

Da un punto di vista emotivo, la musica stampa un effetto calmante sul bambino. Le sue conseguenze sono di fondamentale importanza per lo sviluppo e l’educazione del bambino. Non invano, la musica è in grado di trasmettere emozioni e incoraggia i bambini nel loro lavoro creativo.

Gli esperti dicono che quei bambini che di solito ascoltano la musica saranno in grado di emettere molti gesti ed emozioni. Esistono molte terapie basate sulla musica, tutte finalizzate a migliorare la creatività e gli aspetti emotivi ed emotivi dei bambini .

Rapporto con la musica

 

La musica ha anche una componente sociale per i bambini che è fondamentale. La ripetizione dei suoni farà sì che il bambino migliori la sua comprensione del linguaggio.

La musica, dal momento che incoraggia la comunicazione e la creatività, colpisce pienamente il loro sviluppo sociale. A poco a poco, farà acquisire ai bambini il vocabolario.

Per tutto questo, è in grado di fornire al bambino l’equilibrio emotivo e sociale di cui ha bisogno per il suo sviluppo e la sua educazione. Un elemento che non può mancare fin dalla più tenera infanzia, sia che canti, balli o persino suoni uno strumento.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...