Polpettine al salmone: in padella, fritte o al forno davvero strepitose!

polpette al salmone sorprendenti sempre 4

Polpettine al salmone: in padella, fritte o al forno davvero strepitose!

Le polpette al salmone sono una vera sorpresa. Incredibilmente originali e sfiziose, sono così versatili da poter essere cucinate in padella, fritte o al forno, secondo le vostre preferenze. La resa resta sempre e comunque superlativa.

Potrebbero essere annoverate tra le ricette cosiddette “svuotafrigo” perché vi permettono eventualmente di utilizzare il pesce avanzato il giorno prima.

Piaceranno proprio a tutti, anche i piccini saranno attirati da questi bocconcini, per un pieno di fosforo, proprio loro sempre un po’ prevenuti nei confronti delle novità.

Offritele come aperitivo o antipasto ad una cena con gli amici di sempre, sono perfette come finger food! Andranno a ruba!

Curiose di sapere come procedere? Iniziamo!

Polpettine al salmone

Polpettine al salmone: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta, procuratevi:

  • uovo, 1
  • salmone, 400 g di filetto
  • parmigiano reggiano, 80 g
  • pane, 80 g
  • latte, q.b.
  • prezzemolo, 1 mazzetto
  • pangrattato, q.b.
  • sale, q.b.
  • olio extravergine d’oliva, q.b.

In un tegamino, intiepidite il latte e inzuppate il pane spezzettato.

Cucinate il salmone in una padella antiaderente per un quarto d’ora circa, deve risultare ben cotto.

Con la mezzaluna, tritate il prezzemolo e sistematelo in una ciotola ampia e capiente.

Strizzate il pane e unitelo nel recipiente insieme al salmone sbriciolato, all’uovo e ad un pizzico di sale. Amalgamate perfettamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto ben uniforme.

Prelevatene una piccola noce alla volta, realizzate una polpetta e passatela nel pangrattato. Sistematela su un vassoio e proseguite fino a terminare il tutto.

Ora a voi decidere come procedere.

Se volete cuocerle in padella, versate due o tre cucchiai di olio d’oliva, scaldatelo e fatele rosolare su tutti i lati per una ventina di minuti.

LEGGI ANCHE:  Cracker parmigiano e origano: l’aperitivo perfetto

Preferite una resa più leggera? Infornatele sulla leccarda rivestita di carta apposita a 180° per 25 minuti circa, ma rigiratele a metà cottura.

Siete golosissime e non rinunciate alla croccantezza della frittura? Scaldate abbondante olio di arachidi in un tegame alto e capiente, con il fondo spesso e tuffate le vostre palline per 5 minuti. Quando risulteranno ben dorate, scolatele con la schiumarola, tamponatele con la carta assorbente e gustatele.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...