Risotto alla Pescatora: un Classico della Nostra Tradizione

risotto alla pescatora

Il risotto alla pescatora è un classico della nostra gastronomia, un po’ laborioso da fare, ma ottimo.

Ecco come fare in casa un risotto alla pescatora buono come al ristorante!

risotto alla pescatora

Risotto alla pescatora

Risotto alla pescatora: ingredienti

Per un ottimo risotto alla pescatora procuratevi:

  • 300 gr di riso per risotti
  • 1/2 kg di vongole veraci di mare (alternativa meno costosa: lupini)
  • 1/2 kg di cozze
  • 300 gr di seppie
  • 300 gr di calamari
  • 300 gr di mazzancolle o code di gamberi
  • 300 gr di gamberoni rossi veraci (ne occorre 1 per ogni piatto)
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva + 1 per apertura di vongole e cozze
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 2 spicchi d’aglio + 1 per apertura di vongole e cozze
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 rametto di prezzemolo fresco
  • 1 porzione di Bisque di gamberi (Fumetto di crostacei)
  • sale q.b.

Risotto alla pescatora: procedimento

Pulite bene le vongole e preparate la Bisque di gamberi, mettendo da parte le mazzancolle e i gamberoni crudi.

Mentre la Bisque cuoce, pulite alla perfezione le cozze e mettetele da parte.

Lavate calamari e seppie, poi tagliate i primi ad anelli lasciando da parte i ciuffetti, le seconde fatele a listarelle piuttosto sottili.

In una pentola versate 1 cucchiaio di olio, 1 spicchio d’aglio e due rametti di prezzemolo, quindi mettete a cuocere, insieme, vongole e cozze.

Fate aprire i molluschi lasciandole su fuoco moderato per un minuto a coperchio chiuso, girate per un altro minuto e mezzo e spegnete (altrimenti le carni induriscono).

Lasciate per mezzo minuto ancora nella pentola con coperchio chiuso.

I molluschi che non si sono aperti vanno buttati.

Staccate la maggior parte delle cozze e delle vongole dal guscio, ma lasciatene qualcuna intera, perché servirà da guarnizione.

LEGGI ANCHE:  Il risotto perfetto? Quello più semplice, al vino bianco! Facilissimo e velocissimo!

Filtrate l’acqua di cottura ed unitela alla Bisque di gamberi.

Ora cuocete il riso.

Frullate la cipolla con il mixer e mettetela in una grande padella antiaderente insieme a olio e aglio.

Fate soffriggere per un minuto, togliete l’aglio, aggiungete il riso e fatelo tostate per due minuti girandolo.

Versate il vino e lascitelo sfumare.

Unite due mestoli di brodo bollente, le seppie e i calamari.

Raggiunto il bollore, abbassate il fuoco e fate cuocere dolcemente girando di tanto in tanto; quando il riso appare più asciutto aggiungete due mestoli di brodo e poi le mazzancolle e i gamberoni.

Fate cuocere ancora a fiamma dolce, girando.

Quando la cottura è a buon punto, mettete un altro mestolo di brodo e, quando mancano meno di 3 minuti alla cottura definitiva, anche le vongole e le cozze.

Risotto alla pescatora: come servirlo

Il risotto alla pescatora deve essere al dente e cremoso, né liquido né troppo asciutto.

Spegnete, girate, salate e spolverate il prezzemolo fresco tritato.

Mantecate per qualche altro secondo.

Servite in risotto alla pescatora caldo.

In ogni piatto di risotto alla pescatora mettete un gamberone, cozze e vongole col  guscio e altro prezzemolo.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...