Santo del Giorno 1 Febbraio: Santa Brigida d’Irlanda

Il santo del giorno 1 Febbraio è Santa Brigida d’Irlanda, copatrona d’Irlanda insieme a San Patrizio.

Ecco chi era e cosa fece.

Santo del giorno 1 Febbraio: cenni biografici su Santa Brigida d’Irlanda

santo del giorno 1 Febbraio

In Irlanda il culto di Santa Brigida è diffuso quanto quello di San Patrizio.

Estrapolare le informazioni biografiche reali dalle leggende che nel corso dei secoli sono sorte intorno a questa figura, non è facile, ma alcuni dati sembrano ormai assodati.

Brigida nacque da padre pagano, Dubthach e da una schiava cristiana pitta di nome Brocca intorno al 451.

Fin da piccola mostrò la sua vocazione al Cristianesimo e presto la fanciulla decise di consacrare la sua vita a Cristo.

Successivamente Brigida divenne badessa e fondò essa stessa alcuni monasteri, fra cui quello di Kildare, uno dei centri religiosi e culturali più importanti del Medioevo.

Purtroppo esso cadde in rovina nel corso del XII secolo.

Brigida morì intorno al 523.

Santa Brigida d’Irlanda: curiosità

 

L’iconografia classica della santa la vede con un giunco in mano.

Ciò deriva dalla seguente leggenda.

Chiamata a far convertire un pagano delirante in punto di morte (forse suo padre), Brigida si sedette accanto a lui e iniziò a parlargli dolcemente, ma nulla sembrava poter rendere assennato quell’uomo.

All’epoca sui pavimenti delle case irlandesi si trovavano quasi sempre dei giunchi: la donna iniziò a raccoglierne un po’ e ad intrecciare con le mani una croce.

Il moribondo, incuriosito, le chiese cosa stesse facendo e lei gli disse di Gesù, della sua vita e della morte sulla croce per amore dell’umanità.

A quel punto non solo l’uomo si placò, ma si convertì e chiese di essere battezzato proprio poco prima di morire.

LEGGI ANCHE:  5 vantaggi della pennichella pomeridiana. Ecco perché è importante!

Oltre che copatrona dell’Irlanda insieme a San Patrizio, Santa Brigida è anche protettrice di bambini, figli non riconosciuti, ostetriche, librai, poeti, lattai, lavoratori di cereali, viaggiatori e suore.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...